19 CONDIVISIONI
Festival di Sanremo 2024

Ciro Priello e Aurora Leone svelano a Fanpage.it i loro Big preferiti di Sanremo 2024

Ciro Priello e Aurora Leone, ospiti della diretta di Fanpage.it, hanno svelato i Big che hanno apprezzato di più al Festival di Sanremo 2024.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
A cura di Daniela Seclì
19 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Festival di Sanremo 2024

Ciro Priello e Aurora Leone, ospiti della diretta di Fanpage.it, hanno commentato il Festival di Sanremo 2024, svelando i loro artisti preferiti tra i 30 Big in gara. Su YouTube, commentano con Divano The Jackal, la kermesse canora condotta da Amadeus. Ciro Priello, reduce dalla conduzione di The Floor con Fabio Balsamo, ha raccontato: "È bello vedere quando i nostri ospiti sono pieni di autoironia, nessuno si prende sul serio, noi ci sentiamo anche meno in colpa di giocare con loro".

Chi sono i Big di Sanremo 2024 preferiti dai The Jackal

Ciro Priello e Aurora Leone hanno svelato i nomi dei loro Big preferiti. Ciro Priello ha dichiarato: "Molte canzoni di quest'anno sono in linea con il genere pop, quasi dance. C'è poca ricerca della tipica canzone sanremese, un po' ballad, un po' alla Marco Mengoni dell'anno scorso. Quelle che mi piacciono di più, le più forti secondo me, sono Geolier, Angelina Mango, che mi piace molto, credo sia una di quelle artiste che è riuscita a ricreare un sound tutto suo. Ogni volta che ascolto un suo pezzo, ci ritrovo una ricerca musicale importante, lo dico da appassionato di produzione musicale". Anche Aurora Leone ha svelato i suoi Big preferiti:

Aggiungo Dargen D'Amico, Ghali, mi fa piacere che in uno stile loro siano riusciti a inserire tematiche sociali. Secondo me lo hanno fatto in modo molto credibile e molto bello per Sanremo. Per piangere, invece, quest'anno mi sto orientando su Gazzelle e Diodato.

La sorpresa Ricchi e Poveri

Aurora Leone, poi, ha apprezzato la canzone dei Ricchi e Poveri Ma non tutta la vita: "È una hit, secondo me si capirà dopo Sanremo, un po' come Musica Leggerissima". Ciro Priello le ha fatto eco:

Mi sorprende come alla loro età, dopo tante esperienze e giri per il mondo riescano ancora a rinnovarsi. Invidio molto questa capacità di rinnovarsi nel mondo della musica e sono in linea con le canzoni attuali, questa cosa mi rende felice perché in qualche modo è come se fossero sempre giovani.

Aurora Leone ha espresso anche la sua ammirazione per la coconduttrice Teresa Mannino: "I primi cinque minuti di Teresa Mannino sono stati emblematici di come fare una coconduzione a Sanremo, ha fatto tutto lei. È bravissima". Ciro Priello ha concluso dicendo di stare apprezzando molto questo Festival:

È sempre molto bilanciato il Festival di Sanremo, ci sono ospiti su ospiti, ognuno dei quali riesce a dare un contributo veramente importante. Ricordo quei dieci minuti in cui l'Italia si è fermata con il maestro Allevi. Si riescono a toccare tanti argomenti leggeri e importanti nel modo giusto. Anche l'episodio con John Travolta ci sta.

19 CONDIVISIONI
756 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni