975 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Amici di Maria De Filippi 2023/2024

Amici, Fabrizio Prolli: “Chi vincerà? Holden o Marisol. Con Veronica Peparini ci aiutiamo, il rancore è inutile”

Domenica 12 maggio, la semifinale del serale di Amici. Su Fanpage.it, le pagelle di Fabrizio Prolli. Il coreografo ed ex professionista del talent di Maria De Filippi ha detto la sua sui concorrenti Holden, Petit, Marisol Dustin, Mida e Sarah Toscano. Poi ha parlato dell’attuale rapporto con l’ex moglie Veronica Peparini.
A cura di Daniela Seclì
975 CONDIVISIONI
Petit, Holden, Marisol e Mida: le pagelle di Fabrizio Prolli sui concorrenti di Amici
Petit, Holden, Marisol e Mida: le pagelle di Fabrizio Prolli sui concorrenti di Amici
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Il serale di Amici 2024 si avvia alla conclusione. Domenica 12 maggio, andrà in onda su Canale5 la semifinale del talent condotto da Maria De Filippi. Ancora in gara, i cantanti Holden, Petit, Mida e Sarah Toscano e i ballerini Marisol Castellanos e Dustin Taylor. Fanpage.it ne ha parlato con Fabrizio Prolli, coreografo ed ex professionista di Amici reduce dal grande successo di Viva Rai2. Nel corso dell'intervista, il ballerino ha espresso il suo giudizio sui concorrenti di questa edizione e ha fatto un pronostico su chi sarà il vincitore. Poi ha parlato di come si è evoluto il rapporto con la sua ex moglie Veronica Peparini da cui ha avuto due figli, Daniele e Olivia. Lo scorso marzo, la coreografa è diventata mamma di due gemelle, Penelope e Ginevra, avute dal compagno Andreas Muller: “L'obiettivo sia mio che di Veronica è quello di avere una famiglia più allargata possibile dove ci si possa aiutare, sarebbe inutile portare rancore".

Chi vincerà Amici 2024: le pagelle di Fabrizio Prolli

Amici 2024, il serale del talent di Maria De Filippi a un passo dalla finale
Amici 2024, il serale del talent di Maria De Filippi a un passo dalla finale

Chi vincerà Amici? Domanda secca.

Faccio una premessa. Secondo me quest'anno Amici aveva dei picchi di talento e dei ragazzi che invece erano un po' più indietro. Se dovessi scegliere, secondo me dovrebbe vincere Holden per il canto e Marisol per la danza. Trovo Holden centrato e maturo nel suo percorso professionale e musicale. Subisce il pregiudizio di essere il figlio di una persona conosciuta nell'ambiente (Paolo Carta, ndr), però questo non vuol dire niente. È molto bravo. Invece Marisol trovo che sia pazzesca, perché è molto, molto, molto versatile.

Alessandra Celentano ha definito Marisol e Dustin "eccellenze". Sei d'accordo?

Quando dice questi paroloni, lo fa all'interno di quel percorso. Sono eccellenze lì dentro, fuori sono bravissimi ballerini. Tecnicamente li apprezzo molto. Anche Dustin è bravissimo. Ha ragione Alessandra Celentano a dire che sono delle eccellenze in quel contesto. Poi nel panorama mondiale c'è sempre qualcuno più bravo di noi.

"Con Mida mi distraggo, Sarah ha poca personalità, Petit avrà successo”

Tra cantanti e ballerini chi ti ha colpito di più e chi meno?

Quelli che ritenevo fossero un passettino indietro sono usciti. Invece, tra i cantanti, non mi dispiaceva Martina. Come dicevo, mi piace molto il modo di scrivere di Holden. Quanto a Petit, sono convinto che stia cavalcando l'onda di questa moda del rap neomelodico, un po' come Geolier e quindi sarà molto seguito e avrà successo.

C'è un allievo già uscito che a tuo parere meritava di giocarsi la finale?

C'era un ballerino che mi piaceva molto: Kumo, proprio un bravo danzatore. In lui vedo una bellissima personalità artistica.

Nell'ultima puntata non sono mancate le polemiche. Holden ha accettato il guanto di sfida, poi però non ha preparato il brano perché doveva concentrarsi sul suo EP. Cosa ne pensi?

Sono d'accordo quando Holden dice che gli altri devono mandare la voce e basta, mentre lui cura tutto personalmente. Questo, comunque, non lo giustifica. Stai lì dentro e devi eseguire i compiti che ti vengono assegnati. Devi riuscire a gestire il tuo tempo. È un'occasione che capita una volta nella vita. Però puntargli il dito contro anche no.

Amici 23, la semifinale: il giudizio su Mida e Sarah

Amici 23, Mida e Sarah Toscano
Amici 23, Mida e Sarah Toscano

Di Mida e Sarah Toscano cosa ne pensi?

Dico una cosa che farà arrabbiare i fan di Mida (ride, ndr). Quando canta, mi distraggo. Ad esempio, se ci sono i ballerini guardo le coreografie. Ma non perché sono un coreografo e quindi per deformazione professionale, ma Mida perde la mia attenzione. Quanto a Sarah, il suo ultimo singolo spacca. È molto carino, estivo. Però entrambi non hanno questa grande personalità. Sarah ha una bella voce, ma la personalità è un'altra storia. Holden e Petit sono più forti.

Dammi un parere tecnico sulle pittoresche performance di Rudy Zerbi e Alessandra Celentano.

(Ride, ndr) Io penso che Alessandra sia pazzesca. È una signora della danza, ha un'ironia pungente che mi piace.  La trovo molto carina. Rudy fa quello che può. Però devo spezzare una lancia a favore di Lorella Cuccarini. Ho lavorato tanto con lei, ho anche curato con Luca Tommassini le coreografie della sua performance di Sanremo. È pazzesca, di una professionalità unica. Sapere cosa rappresenta per la televisione italiana e vederla ancora oggi ballare in quel modo, con quella grinta, quella passione, quel fuoco negli occhi è qualcosa che dovrebbe essere di insegnamento per tutti.

Martina Giovannini è stata eliminata ma Luciano Cannito le ha proposto di partecipare al musical Fame, dove lavori anche tu.

Io curo le coreografie e avere Martina sarà divertente. Ancora non sappiamo in che ruolo. Sono pronto a vederla mettersi in gioco, perché quando fai i musical oltre a cantare, devi anche sapere recitare e ballare.

Infatti lei aveva qualche perplessità proprio su questo punto. Temeva di non riuscire.

Basta impegnarsi e studiare.

State preparando anche il musical Rocky che andrà in scena a ottobre.

Esatto. Curo le coreografie anche di quello spettacolo. È un progetto unico, ha girato il mondo, ma in Italia è un'esclusiva. Tra i produttori c'è anche Sylvester Stallone, la storia la conosciamo tutti ma vederla sul palcoscenico sarà emozionante. Ci saranno le audizioni a fine maggio. Così comincerà tutto il processo creativo che finirà con il debutto a ottobre. Quest'anno sono contento, ho fatto tante cose belle. Ho avuto anche la possibilità di fare uno spettacolo tutto mio a New York, che sta girando l'America. Si chiama Euforia Italiana, una compagnia di sole donne e canzoni di Annalisa, Mahmood, Elisa, solo artisti italiani.

Fabrizio Prolli è padre di Daniele e Olivia, nati dal matrimonio con Veronica Peparini

Fabrizio Prolli e i figli Daniele e Olivia in una foto di qualche anno fa
Fabrizio Prolli e i figli Daniele e Olivia in una foto di qualche anno fa

Come riesci a conciliare tutti questi impegni con il ruolo di padre? Trovi un equilibrio?

Sai, è tutto molto naturale. I miei figli conoscono le tempistiche, le dinamiche e gli orari del nostro lavoro. Io e la mia ex moglie Veronica Peparini facciamo questo mestiere da sempre. Ormai Olivia e Daniele riescono ad adattarsi.

Tua figlia Olivia è una ballerina come te.

Non lo dico perché è mia figlia, ma ha talento. La guardo e rimango ipnotizzato, mi sembra di vedere la mamma. Stilisticamente ha il movimento di Veronica. La dinamica è del papà. Un bel miscuglio. È emozionante.

Ora che Veronica Peparini è diventata mamma di due gemelle, è bello che abbiate creato questa famiglia allargata dove nessuno resta indietro.

Ti racconto una cosa. Mia figlia Olivia ha compiuto gli anni a marzo e ci ha chiesto di fare una sola festa. Quindi, per la prima volta da quando io e Veronica non stiamo più insieme, abbiamo fatto questa festa allargata. C'ero io, Andreas (Muller, ndr), i nostri figli, i miei genitori, i genitori di Veronica, i genitori di Andreas. È stata una serata molto, molto bella. L'obiettivo sia mio che di Veronica è quello di avere una famiglia più allargata possibile dove ci si possa aiutare. Sarebbe inutile portare rancore.

Anche Andreas Muller ha sempre rispettato il tuo ruolo di padre di Olivia e Daniele.

È vero, Andreas è sempre stato molto carino.

Tuo figlio Daniele è ormai adolescente. Come va questa fase? Difficile da gestire?

Aiuto (ride, ndr). In realtà è molto centrato, talmente tanto da voler essere super indipendente, fa il bello e tenebroso, è silenzioso, anche se poi mi confida tutto. Colleziona vinili, gli piacciono i Pink Floyd e i Guns N' Roses, suona in una band e studia cinema. Mi ha costretto ad andare a vedere il concerto dei Metallica a Milano a fine maggio. Faremo questa cosa insieme, anche se non è che io sia proprio loro fan, ma per mio figlio questo e altro.

Amici, Fabrizio Prolli: "Tornerei come insegnante o per giudicare le sfide"

Fabrizio Prolli con il cast di Viva Rai2
Fabrizio Prolli con il cast di Viva Rai2

Viva Rai2 si è concluso venerdì. Ti è dispiaciuto?

Per due anni ho vissuto qualcosa di unico nel suo genere, un'innovazione per la televisione italiana che rimarrà nella storia. Sono contento di aver fatto parte di questo programma iconico. Poi chi lo sa cosa succederà. Rosario potrebbe avere un'altra idea.

Quindi c'è la possibilità che torniate a lavorare insieme?

Certo, figurati. Squadra che vince non si cambia. Lui non è un abitudinario. Torna quando veramente ha qualcosa da dire. Vediamo dove ci porterà la vita. Certo è che questi due anni sono stati una scuola pazzesca.

Uno degli ultimi colpi di scena di Viva Rai2 è stata la sorpresa di Elodie

La gente pensa che sia tutto preparato ma, credimi, nessuno sapeva nulla. Non ci potevamo credere, perché sapevamo che fa fatica ad alzarsi presto la mattina. Invece è venuta, ci ha portato i cornetti, è stata fantastica. Anche Fiorello non sapeva niente.

Al netto degli spettacoli in cui sei impegnato, ti piacerebbe continuare a lavorare in tv?

Certo, mi candido al ruolo di giudice. Magari in un programma come Ballando con le stelle o X Factor. Sono pronto. Mi piacerebbe tantissimo. Ad Amici, invece, mi piacerebbe giudicare le sfide. Se mi dovessero mai chiamare a fare l'insegnante, lo farei molto volentieri anche se litigherei con Raimondo Todaro in un secondo. Non la penso come lui su tante cose.

975 CONDIVISIONI
343 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views