21 Aprile 2022
12:09

Aaron Paul è papà bis: “Ho chiesto a Bryan Cranston di essere il padrino di mio figlio”

Aaron Paul, Jess Pinkman in Breaking Bad, è da poco diventato papà per la seconda volta, come ha annunciato in un post via Instagram. E per un’occasione così speciale ha chiesto all’amico e collega Bryan Cranston, che tornerà con lui in Better Call Saul, di essere il padrino di suo figlio.
A cura di Elisabetta Murina

L'ultima stagione di Better Call Saul è da poco disponibile su Netflix. Il sesto e ultimo capitolo dello spin off di Breaking Bad vedrà due grandi ritorni, come già avevano anticipato ai fan i creatori della serie: i personaggi di Walter White e Jesse Pinkman, interpretati da Bryan Cranston e Aaron Paul. Amici oltre che colleghi sul set, i due condivideranno anche un'esperienza della loro vita privata, come ha raccontato Paul ospite del Jimmy Fallon Show. Quest'ultimo, infatti, ha chiesto a Cranston di essere il padrino di suo figlio, nato da pochissimo.

L'annuncio di Aaron Paul e la richiesta a Cranston

A breve Aaron Paul diventerà papà per la seconda volta: la compagna Lauren Parsekian è di nuovo incinta, questa volta di un maschietto, dopo la nascita della loro primogenita Annabelle nel 2017. L'annuncio della nascita con un post condiviso qualche ora fa via Instagram:

Il mio piccolo uomo. Ryden Caspian Paul. Sono così felice che sei in questo mondo bel bambino. Prometto di renderti orgoglioso piccolino. Abbiamo accolto questo bambino nell'ultimo mese e sento che è il momento di condividere finalmente la notizia del suo arrivo. Vi amiamo all'infinito.

Vista la grande amicizia che lo lega al collega Bryan Cranston, il futuro papà ha scelto di chiedere proprio a lui di essere il padrino di Rydin, che dovrebbe nascere tra qualche mese. E la richiesta per un ruolo così speciale è arrivata in un giorno altrettanto importante, quello del 68esimo dell'amico, come ha raccontato ospite del Jimmy Fallon Show: "Ho chiesto a Bryan nel giorno del suo compleanno se sarebbe stato il padrino del nostro bambino". E ha poi scherzato sulla sua risposta: "Ha detto di no. È molto impegnato. No, scherzo, era molto eccitato e onorato. Amo quell'uomo da morire. È uno dei miei migliori amici al mondo". 

Paul e Cranston nell'ultima stagione di Better Call Saul

Poco prima dell'uscita della sesta e ultima stagione di Better Call Saul (disponibile su Netflix dal 19 aprile), che racconta le vicende dell'avvocato Saul Goodman (Bob Odenkirk), i produttori hanno risposto in un'intervista a Variety a una domanda che i fan si facevano spesso: "Rivedremo Walter White e Jesse Pinkman?". La risposta è stata sì, senza aggiungere altri dettagli per evitare di fare spoiler. Un grande ritorno dei due personaggi protagonisti della serie principale Breaking Bad, che Paul ha voluto commentare così: "È stato bello entrare di nuovo nella pelle di Pinkman. È stato strano. Era la stessa troupe di Breaking Bad che stava lavorando a Better Call Saul, quindi è stato semplicemente bello ritrovarsi con questo bellissimo gruppo di persone nel New Mexico". 

Better Call Saul, i creatori confermano il ritorno di Cranston e Paul nella stagione finale
Better Call Saul, i creatori confermano il ritorno di Cranston e Paul nella stagione finale
Stash dei The Kolors papà bis, è in arrivo il secondo figlio
Stash dei The Kolors papà bis, è in arrivo il secondo figlio
75 di Videonews
Bob Odenkirk ha una stella sulla Hollywood Walk of Fame, è vicina a quella di Bryan Cranston
Bob Odenkirk ha una stella sulla Hollywood Walk of Fame, è vicina a quella di Bryan Cranston
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni