1 Aprile 2022
18:00

Famiglia all’improvviso-Istruzioni non incluse: cast e trama del film con Omar Sy

Questa sera arriva su Canale 5 Famiglia all’Improvviso-Istruzioni escluse, film del 2017 con Omar Sy è nei panni di uno sciupafemmine che vive nel Sud della Francia che scopre improvvisamente di avere una figlia, da quel giorno la sua vita cambierà.

"Famiglia all'improvviso-Istruzioni non incluse" è arrivato nelle sale italiane nel 2017. Il film, diretto da Hugo Gélin, ha come protagonista Omar Sy, il simpatico attore di “Quasi amici”. Sy è nei panni di Samuel, uno sciupafemmine che vive nel Sud della Francia senza particolari pensieri, fino a quando non scopre di avere una figlia. Il film è il remake di un film messicano del regista Eugenio Derbez del 2013. Tra gli attori ci sono anche Clemencé Poésy, già vista in Harry Potter e il calice di fuoco. 

Il cast completo con Omar Sy: attori e personaggi

Il film vede la presenza di pochi personaggi principali attorno a cui ruota l'intera storia. Essendo una produzione franco-inglese, gli attori sono sia francesi che inglesi, ed ecco chi sono i protagonisti:

  • Omar Sy è Samuel
  • Gloria Colston interpreta Gloria Clémence
  • Clemencé Poésy interpreta Kristin
  • Antoine Bertrand è Bernie
  • Ashley Walters è il personaggio di Lowell
  • Clémentine Célarié interpreta Samantha
  • Anna Cottis è Miss Appleton
  • Raphael Von Blumenthal interpreta Tom

La trama del film

Samuel vive nel Sud della Francia e conduce una vita all'insegna della spensieratezza, dedicandosi ad amici, avventure e liaison amorose. Improvvisamente compare nella sua vita Kristin, una donna con cui aveva avuto una storia in passato con una bambina, Gloria, confessandogli che si tratta di sua figlia e dicendogli di dover andare via. Non sentendosi pronto per prendersi improvvisamente questa responsabilità, decide di partire per Londra in cerca della madre della bambina, ma non trovandola decide di tenerla con sé, aiutato dall'amico Bernie che lavora nel settore cinematografico e televisivo. Passano otto anni e il rapporto tra Samuel e sua figlia diventa sempre più stretto, fin quando non si scopre che la piccola è affetta da una grave malattia, ma Samuel fa di tutto affinché la piccola non si accorga di nulla. Improvvisamente, ritorna Kristin che vuole riappropriarsi di sua figlia, e inizia una battaglia legale vista l'opposizione di Samuel, costringendolo ad un test di paternità che rivela il fatto di non essere il padre biologico. Quando anche lei viene a sapere che la bambina è malata, si arrende. Gloria, però, non sopravvive a lungo e Samuel dovrà dirle per sempre addio.

Le 5 curiosità su Una famiglia all'improvviso – Istruzioni non incluse

Il film ha generato non poco interesse nel pubblico, ma la sua realizzazione porta con sé delle curiosità piuttosto interessanti che potrebbero stuzzicare anche i

1. Le similitudini con “La vita è bella” e “La ricerca della felicità”

Il regista Hugo Gélin ha dichiarato di essere rimasto molto colpito dalla sceneggiatura perché gli ha ricordato film come “La vita è bella”, di Roberto Benigni e “La ricerca della felicità”, diretto da Gabriele Muccino. In entrambe le pellicole, infatti, si mettono in scena storia meravigliose e commoventi di padre e figlio, adulto e bambino.

2. Antoine Bertrand a teatro è stato Driss in “Quasi amici”, ruolo al cinema di Omar Sy

Il grande attore Antoine Bertand, che nel film è nei panni di Bernie, l’agente televisivo che aiuterà Samuel ad occuparsi della bimba, era già legato a doppio filo ad Omar Sy. Bertrand, infatti, in Canada – la sua patria – ha recitato a teatro in tantissime repliche dell’adattamento teatrale del film “Quasi amici”, nel ruolo di Driss, portato al cinema proprio da Omar Sy.

3. La piccola Gloria è stata presa tramite video provino e i suoi temi

La piccola protagonista Gloria Colston vive negli Stati Uniti e, quando sua mamma seppe che il regista stava cercando una ragazzina mulatta bilingue, tra gli 8 e i 12 anni, contattò subito il direttore casting. Gélin le fece inviare un video col suo provino e sua mamma aggiunse anche alcuni suoi temi per fargli capire meglio il suo carattere. Gélin rimase molto colpito e si fece raggiungere in Francia dove fu letteralmente folgorato dalla sua personalità, già forte nei suoi scritti, e dai suoi occhioni.

4. L’appartamento ispirato a quello di “Big” con Tom Hanks

Per l’appartamento che vediamo nel film, il regista si è ispirato a quello di “Big”, il film cult con Tom Hanks, ma in generale voleva costruire una stanza che tutti i bambini sognano, una sorta di parco giochi in miniatura.

5. Le scene più difficili per Omar Sy? Quelle con i bambini!

Per Omar Sy, il momento più difficile delle riprese non sono state le scene acrobatiche ma quelle con i bambini. L’attore ha affermato che, ovviamente, sul set bisogna averne più di uno ed era difficile farli piangere al momento giusto o che guardassero il biberon quando voleva il regista.

Volevo fare la rockstar 2: cast, trama e anticipazioni della fiction
Volevo fare la rockstar 2: cast, trama e anticipazioni della fiction
Bentornato papà: cast, trama e significato del film di Domenico Fortunato
Bentornato papà: cast, trama e significato del film di Domenico Fortunato
Studio Battaglia, ultima puntata: cast e trama della fiction di Rai 1 con Barbora Bobulova
Studio Battaglia, ultima puntata: cast e trama della fiction di Rai 1 con Barbora Bobulova
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni