615 CONDIVISIONI
Festival di Sanremo 2022
7 Febbraio 2022
11:17

Morgan contro Amadeus a Sanremo: “Non mi piace che detti legge in un ambiente non suo”

Ospite di Non è l’Arena, Morgan è tornato ad attaccare la conduzione di Amadeus al Festival di Sanremo 2022, dopo il post pubblicato su Facebook durante la prima serata.
A cura di Elisabetta Murina
615 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Festival di Sanremo 2022

Continuano le critiche di Morgan a questa edizione del Festival di Sanremo, conclusasi il 5 febbraio con la vittoria di Mahmood e Blanco. Ospite del programma Non è l'Arena di Massimo Giletti, il cantante ha attaccato la kermesse e soprattutto la conduzione di Amadeus, dopo il post pubblicato su Facebook durante la prima serata.

Morgan attacca la conduzione di Amadeus

L'ultima volta che Morgan ha partecipato al Festival di Sanremo era il 2020, quando in coppia con Bugo è stato squalificato in seguito ad alcuni screzi avvenuti dietro le quinte e rimbalzati poi sui social nei giorni successivi. Il cantante ammette che in questa edizione ci sono stati diversi momenti belli, ma anche altrettanti che non ha gradito, sopratutto la conduzione affidata ad Amadeus per il terzo anno consecutivo: "Questo festival ha avuto tante belle cose e tante non belle. Non mi è piaciuto il fatto che per la terza volta Amadeus, che non si occupa di musica, detti legge in un ambiente che non è il suo. E si vocifera il quater. Il successo di Sanremo lo fanno i numeri, non il gestore". Pare infatti, secondo quanto rivelato durante una delle conferenze stampa del Festival, che non si escluda un ritorno di Amadeus alla guida della kermesse del prossimo anno, anche se è ancora presto per confermarlo.

Non è la prima volta che Morgan critica Sanremo 2022

In occasione della prima serata del Festival, andata in onda il 1 febbraio, Morgan aveva pubblicato un post sul suo profilo Facebook in cui attaccava con parole forti sia il direttore artistico che la scelta delle canzoni in gara. In più, aveva aggiunto di voler diventare un giorno lui stesso il direttore: "Prima di morire curerò un'edizione del Festival di Sanremo come direttore artistico e quando succederà non solo si avrà la stessa sensazione di liberazione da una dominazione tirannica ma, e non ci si potrà quasi credere, tornerà la musica in questa povera patria". 

615 CONDIVISIONI
572 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni