14 Settembre 2022
16:03

Il primo Festival con le categorie “gender neutral” per le migliori interpretazioni

Il Locarno Film Festival è il primo evento internazionale in ambito cinematografico ad accogliere le categorie gender neutral, abolendo quelle di “miglior attore” e “miglior attrice”.
A cura di Ilaria Costabile

Il Locarno Film Festival ha annunciato che dal 2023 istituirà i suoi premi senza distinzione di genere, abolendo così le categorie "miglior attore" e "miglior attrice" per adottare quelle gender neutral nell'ambito della recitazione. È uno dei primi Festival a compiere una scelta di questo tipo, che si dimostra al passo con i tempi e aperta ad accogliere e comprendere nel profondo le nuove istanze sociali.

L'adozione delle categorie gender neutral

A partire dalla 76esima edizione del Festival, quindi, l'evento sarà ancora più inclusivo e aperto, con l'intento di non innalzare muri, ma di abbattere ogni stereotipo o paletto che possa rendere meno inclusivo anche il mondo del cinema. A supportare questa decisione è stato il direttore artistico Giona A. Nazzaro che ha dichiarato: "La nostra è una scelta che siamo convinti ci aiuterà a valorizzare ulteriormente il talento e la creazione, al di là di categorie di individuazione ormai obsolete. Il mondo non viaggia più su un binario…binario", a lui si è poi aggiunto Marco Solari, presidente presidente del Locarno Film Festival, che ha affermato: "La presidenza del Festival accoglie con favore la proposta della direzione artistica, che interpreta perfettamente l'indispensabile sensibilità dei tempi attuali".

Come funzionerà la premiazione

Si era già parlato dell'eventualità che nel mondo del cinema si arrivasse ad una condizione di apertura di questo tipo, ma finora non era mai stata ufficializzata nessuna scelta a riguardo, per cui il Locarno Film Festival è a tutti gli effetti il primo evento internazionale a compiere questo passo. Secondo il nuovo regolamento, quindi, verranno consegnati due Pardi per la miglior interpretazione nell'ambito del Concorso internazionale e altri due nel Concorso Cineasti del presente. In questo modo, ogni interprete, senza dover essere assoggettato alla propria identità di genere potrà ricevere un premio durante la kermesse.

Emma Corrin:
Emma Corrin: "Bisognerebbe introdurre categorie gender neutral agli Oscar per persone come me"
Ancora Maneskin, la band candidata ai Grammy 2023 nella categoria Best New Artist
Ancora Maneskin, la band candidata ai Grammy 2023 nella categoria Best New Artist
David, Silvio Orlando miglior attore protagonista:
David, Silvio Orlando miglior attore protagonista: "A mia moglie, la persona migliore che conosca"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni