124 CONDIVISIONI
Festival di Sanremo 2022
4 Febbraio 2022
13:25

Cesare Cremonini rassicura sulle condizioni del cameraman caduto a Sanremo: “Eccoci, vivi e felici”

Cesare Cremonini ha fatto sapere come sta Manuel, il cameraman caduto sul palco dell’Ariston mentre l’artista si esibiva.
A cura di Daniela Seclì
124 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Festival di Sanremo 2022

La terza serata del Festival di Sanremo 2022 è stata caratterizzata da alcuni imprevisti. Non solo Amadeus è inciampato, cadendo quasi su una orchestrale, ma un cameraman è caduto rovinosamente, rischiando di farsi davvero male. Cesare Cremonini, che nel momento dell'accaduto si stava esibendo sul palco dell'Ariston, è intervenuto sui social per fare sapere che il cameraman – che si chiama Manuel – sta bene e ha pubblicato una foto in cui posano insieme.

Cesare Cremonini e il cameraman Manuel: sta bene dopo la caduta

Cesare Cremonini è stato uno dei super ospiti della terza serata del Festival di Sanremo 2022. L'artista ha travolto l'Ariston e gli spettatori che guardavano la kermesse canora da casa, intonando alcuni dei suoi più grandi successi e presentando il nuovo brano: "La ragazza del futuro". Un cameraman che lo stava riprendendo è caduto di schiena, non notando un intralcio alle sue spalle. Tra gli spettatori non è mancata la preoccupazione. Ci ha pensato Cesare Cremonini a rassicurare tutti. Il cantante ha pubblicato su Twitter una foto con Manuel e ha spiegato:

"Credo che il cameraman mi abbia preso sul serio quando ho detto “Io vorrei farvi volare”. Si chiama Manuel, è tra i migliori in Italia nel suo mestiere e per fortuna sta bene! Eccoci vivi e felici dopo la performance".

È caduto anche Amadeus

Nel corso della serata ha rischiato di farsi male anche Amadeus. Drusilla Foer gli ha portato una tazzina di caffè, che il conduttore ha preferito condividere con la tastierista dell'orchestra. Peccato che mentre la raggiungeva è inciampato e ha rischiato di cadere sull'orchestrale. Ridendo divertito ha precisato: "Ho fatto un guaio. Meno male che è finzione e nella tazza non c'era niente o la signora sarebbe stata rovinata. Sono pure inciampato". In entrambi i casi, nessuno si è fatto male. Il Festival può continuare.

124 CONDIVISIONI
569 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni