Il Movimento 5 Stelle, che ha continuato a recuperare terreno nel corso delle ultime settimane, si conferma la prima forza politica del Paese, con il 31% dei consensi. Questo è il dato che emerge dal Barometro Politico di fine luglio dell’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento. L'indagine è stata realizzata attraverso interviste condotte tra il 24 ed il 25 luglio su un campione di 1.200 persone rappresentativo della popolazione italiana maggiorenne. Continua ad ampliarsi, quindi, il vantaggio sulla Lega, ferma al 29%. Il partito guidato dal ministro dell'Interno Matteo Salvini resta stabile, dopo la crescita quasi ininterrotta degli ultimi mesi.

Molto distante il Partito Democratico al 17,5%, in discesa rispetto al risultato delle elezioni dello scorso 4 marzo, dove aveva superato il 18%. Il dato di Forza Italia si ferma al 9,5%, un vero crollo anche rispetto al già modesto risultato delle ultime politiche (14%). Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni è al 3,5%. Le forze di centrodestra arriverebbero quindi insieme al 42% dei consensi, proprio la soglia necessaria ad ottenere la maggioranza dei seggi in Parlamento, secondo le stime di Youtrend. Nessun’altra forza politica è, al momento, sopra il 3%, percentuale necessaria per entrare in Parlamento secondo l'attuale sistema elettorale. Liberi e Uguali arriva al 2,6%.

Per Demopolis, le ragioni del recupero del Movimento 5 Stelle risiedono nella "centralità politica e mediatica degli ultimi giorni, dall’abolizione dei vitalizi all’annuncio delle norme sulla corruzione sino al ‘decreto dignità' sui temi del lavoro, ha contribuito ad invertire il trend". Il Movimento di Luigi Di Maio infatti "era apparso in secondo piano, nel mese di giugno, rispetto al protagonismo del ministro dell’Interno Matteo Salvini sull’immigrazione".  In particolare, spiega Pietro Vento, "secondo i dati rilevati prima della pausa estiva con le opposizioni in difficoltà, i due partiti che hanno dato vita al Governo Conte, M5S e Lega, conquistano nel complesso il voto di 6 italiani su 10”.