La tragica storia di Kaltoum Mohammed

La donna ha fino ad ora perso quattro dei suoi cinque figli, tutti morti a causa della terribile carestia

Somalia crisi

Ha il volto e lo sguardo disperato di una madre la carestia nel Corno d'Africa, in particolare in Somalia, "il paese che non c'è". Kaltoum Mohammed è seduta vicino ad un piccolo cumulo di terra, sola, con i suoi pensieri e la tomba del suo bambino. Lei ne ha già persi tre dei cinque che aveva fino a tre settimane fa; "mi rimane solo una figlia", dice la donna.

La Somalia sta affrontando la peggiore siccità in sessant'anni e le condizioni di carestia potrebbero durare fino a dicembre. In tutto il paese 3,7 milioni di persone sono in situazione di crisi, su una popolazione di sette milioni e mezzo; secondo le Nazioni Unite, oltre 3 milioni di persone hanno bisogno immediato di assistenza. Kaltoum, che ha perso i suoi figli per fame sotto i suoi occhi, è una di loro: lei e suo marito si aggirano ora a Mogadiscio in cerca di aiuto.

Il loro viaggio è cominciato nella regione dello Shabeellaha, e quando i bambini si sono ammalati li hanno portati in un ospedale, ma non potevano curarli. Quindi, come migliaia di somali, lei e la sua famiglia sono andati nella capitale, dove le organizzazioni umanitarie sono più presenti. Ma alla meta sono arrivati troppo tardi, e i suoi figli sono morti durante il lungo e difficile viaggio della speranza.