Chris Watts, un uomo di trentatré anni del Colorado, ha confessato di aver ucciso la moglie incinta, la trentaquattrenne Shanann Watts, e le loro due bambine di tre e quattro anni, Bella e Celeste. La confessione è arrivata solo dopo che l’uomo era andato in televisione per lanciare un accorato appello per ritrovare la sua famiglia. “I miei figli sono la mia vita, i loro sorrisi illuminano le mie giornate. È un incubo, non riesco a vivere senza di loro”, aveva detto il giovane americano in lacrime ai media locali spiegando che le aveva lasciate nella loro casa di Frederick la mattina di lunedì per andare a lavoro e di non averle più trovate al suo ritorno. Ma in realtà poco dopo si è scoperto che la verità era un’altra. Secondo quanto si legge sui media locali, è stato un parente della donna scomparsa a dare la notizia della confessione dell’uomo.

L'uomo arrestato dalla polizia – “È con profondo dolore, confusione e rabbia che devo dare conferma che la nostra bellissima cugina, il bimbo che portava in grembo e le sue due figlie meravigliose, Bella e Celeste, sono state uccise da suo marito Chris Watts che ha confessato l'omicidio”, è quanto è stato reso noto in una dichiarazione riportata dai media. Watts è stato quindi arrestato dalla polizia, che avrebbe confermato la notizia e sarebbe già a conoscenza del luogo in cui sono stati occultati i cadaveri. Non è ancora stato reso noto il movente dell'omicidio né sono stati forniti dettagli sulle modalità degli omicidi. Secondo quanto riportano alcuni quotidiani locali Chris e Shananna, incinta alla quindicesima settimana, avevano problemi economici e avrebbero avuto una discussione poco prima del delitto.