Lindsee Louise Leonardo, una donna del Tennessee di trentadue anni, è accusata di omicidio di primo grado per la morte del figlioletto di undici mesi, Aiden Leonardo. Il piccolo è morto dopo essere rimasto nella vasca da bagno con la sorellina di ventitré mesi. La mamma non era presente in bagno quando si è consumata la tragedia. A quanto ricostruito, la donna ha spiegato di aver trovato il bambino che galleggiava sull’acqua: subito ha chiamato il 911 e ha cercato di rianimare il piccolo fino a quando a casa non sono arrivati i soccorritori, ma tutto è stato inutile. Il piccolo Aiden è stato portato in ospedale in condizioni critiche e dopo due giorni di agonia il suo cuore ha smesso di battere. Il decesso del bambino risale a venerdì mattina secondo quanto confermato dalla portavoce dell’ospedale pediatrico in cui era stato ricoverato.

Ha lasciato i figli soli per ascoltare musica e fumare – La mamma Lindsee Louise Leonardo, arrestata, si è difesa dicendo di aver lasciato i figli soli nella vasca da bagno solo per poco. Aveva bisogno di una decina di minuti per fumare una sigaretta e ascoltare un po’ di musica dal suo cellulare. Ma quei pochi minuti sono stati fatali per il bambino. La cauzione per lei è stata fissata a 250.000 dollari e martedì apparirà in tribunale. Secondo quanto riportato dai media, già in passato la trentaduenne avrebbe avuto problemi per una accusa di abusi su minori.