Due bambini di 12 anni e 13 anni hanno tenuto nascosto in casa il corpo senza vita della madre morta da giorni solo perché temevano di essere sgridati e puniti. È l'agghiacciate storia di solitudine e degrado che arriva dalla Cina e scoperta solo grazie all'arrivo sul posto di un'assistente sociale mandata dal centro di igiene mentale. La donna morta infatti soffriva di disturbi psicologici e periodicamente era soggetta a visite mediche. Quando l'assistente è giunta a casa della donna si è subito accorta che qualcosa non andava per via della puzza e dopo aver interpellato i piccoli ha fatto la macabra scoperta. "Ho chiesto ai bambini dove fosse la mamma e loro mi hanno indicato la camera da letto. Quando sono entrata mi sono subito resa conto che era morta perché la puzza era insopportabile" ha raccontato l'assistente sociale ai media locali, spiegando che i due bambini non avevano rivelato a nessuno della morte della madre giustificandosi con la paura di essere sgridati.

Vivevano in una situazione di degrado

Il padre dei ragazzini era morto tre anni fa e da allora la famiglia viveva in uno stato di povertà e degrado in una casa sgangherata, lottando per la sopravvivenza. La salute della mamma era deteriorata velocemente nell'ultimo periodo e alla fine è morta per malnutrizione. "I conoscenti hanno fatto quello che potevano per lei, ma con i problemi mentali significa che lei non riusciva a trovare lavoro dopo la morte del marito e si sosteneva solo su quanto le davano i parenti che sono anche loro poveri" hanno spiegato le autorità confermando che i due piccoli sono stati portati in un centro di assistenza.