“È stato licenziato perché nessuna pratica prevede che un agente possa sbattere i volti delle persone a terra, soprattutto in quelle circostanze", così Gregory Tony lo sceriffo della contea di Broward, nello stato della Florida, ha annunciato il licenziamento in tronco del vice sceriffo Christopher Krickovich, l’agente protagonista di un drammatico video in cui è ripreso mentre aggredisce un 15enne e sbatte violentemente la sua testa a terra durante un intervento. Il filmato che risale a un episodio dell’aprile scorso, riguarda un intervento di polizia a Tamarac, negli Stati Uniti, dove la polizia era sttaa chiamata per un assembramento di giovanissimi nei pressi di un locale fast food.

Secondo la ricostruzione dell’inchiesta, gli agenti stavano arrestando un adolescente quando al ragazzo è caduto il telefono dalla tasca mentre era bloccato a terra. Un altro 15enne quindi di istinto ha tentato di raccoglierlo ma a quel punto gli agenti si sono avventati su di lui gettandolo a terra. Poi l’intervento del vice sceriffo che, mentre il giovane era già a terra, è intervenuto prendendolo per i capelli e sbattendolo ripetutamente con la testa a terra. Il 15enne Delucca Rolle è stato poi arrestato per aggressione e resistenza a pubblico ufficiale, accuse poi decadute proprio a seguito del video, girato da altri ragazzini presenti sul posto. Quando il video è stato pubblicato online, l’agente è stato sospeso e indagato, ora il licenziamento.

Il poliziotti, insieme ai colleghi è stato accusato anche di aver falsificato i documenti e i loro rapporti di polizia sull'arresto per evitare qualsiasi azione disciplinare.  “Quando i miei agenti fanno la cosa giusta, li sostengo sempre. Ma non starò a guardare mentre qualcuno viola il proprio dovere. Anche un singolo incidente di questo tipo crea sfiducia tra la comunità e questo è qualcosa che non permetterò" ha dichiarato lo sceriffo.