Una vittima dell’influenza A in Sardegna. Si tratta di una donna di settantuno anni che era ricoverata da qualche giorno presso l'ospedale Nostra Signora della Mercede di Lanusei. Si chiamava Antonietta “Tonina” Mulas e viveva a Perdasdefogu, nella provincia di Nuoro. La paziente era ricoverata dallo scorso fine settimana nel reparto di Rianimazione, dove era giunta già in gravi condizioni per la presenza di altre patologie, ed era risultata positiva al ceppo H1N1 dell'influenza A, una mutazione dell'aviaria, dopo che le era stato somministrato il tampone nasale. Si attende ora la conferma al test effettuato dall'Aou di Sassari. La signora Mulas, a quanto emerso, era arrivata in ospedale con febbre alta, mal di gola, perdita di appetito, dolori alle articolazioni e aveva contratto anche una polmonite bilaterale. Le sue condizioni di salute si sono aggravate col passare dei giorni fino alla morte avvenuta lunedì.

Nello stesso ospedale registrano un caso di sospetta meningite batterica – Secondo il bollettino settimanale FluNews-Italia a cura dell'Istituto Superiore di sanità (Iss), le persone decedute dal mese di ottobre al 24 gennaio 2019 sono state 23. Quello registrato in Ogliastra è il primo caso di morte causata dall'influenza quest'anno in Sardegna, dopo il picco del 2018, sempre in questo periodo. Nell’ospedale di Lanusei in cui era stata portata la settantunenne si è registrato nelle stesse ore anche un caso di sospetta meningite batterica. Il paziente è un uomo di ottantaquattro anni, ricoverato anche lui in Rianimazione, che rimane al momento in condizioni stabili. Anche in questo caso si attende l'esito delle analisi che confermino la diagnosi.