Paura per un ultranovantenne oggi alla stazione Tiburtina di Roma. L'uomo era rimasto incastrato in una buca tra i binari dei treni e non riusciva più a liberarsi dall'intercapedine. Le sue richieste d'aiuto sono state alla fine sentite da alcuni agenti della Polizia Ferroviaria: erano poco udibili, perché l'anziano cercava di attirare l'attenzione ma aveva solo un filo di voce in corpo e non riusciva a gridare. Messo in salvo, è stato raggiunto dal figlio che lo stava cercando e non l'aveva visto arrivare. L'ultranovantenne era venuto in treno da Rovereto a Roma perché voleva andare a trovare il figlio. Aveva preso un Frecciargento e sarebbe dovuto scendere alla stazione Termini. Quando il treno è però arrivato a Tiburtina si è confuso ed è sceso dal vagone. Ha attraversato i binari in stato confusionale ed è inciampato, finendo incastrato nell'intercapedine in cemento di uno scambio.

Anziano rimane incastrato nei binari, salvato dalla Polizia

Invano l'uomo ha provato a uscire di lì, non riuscendoci. Per diverso tempo è rimasto lì a chiedere aiuto, ma nessuno riusciva a sentirlo. Solo dopo un po' di tempo gli agenti della Polizia Ferroviaria hanno sentito i flebili lamenti dell'uomo: a quel punto lo hanno soccorso e aiutato a uscire. Accompagnato in ufficio dai poliziotti, si è calmato ed è stato raggiunto dal figlio, che dopo aver ringraziato gli agenti è tornato a casa col padre.