Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Una vera e propria tragedia, la cui dinamica è ancora poco chiara, quella che si è verificata nella giornata odierna a Formello, a due passi da Roma, dove un uomo ha ucciso un'altra persona a colpi di pistola e poi ha sparato contro se stesso, restando gravemente ferito. La tragedia si è verificata negli uffici di una ditta di Formello, dove i carabinieri, allertati, hanno rinvenuto il cadavere di un uomo, mentre un altro era riverso a terra in una pozza di sangue: secondo una prima ricostruzione effettuata dai militari dell'Arma, l'uomo rimasto ferito avrebbe sparato e ucciso l'altro uomo, rivolgendo poi l'arma contro se stesso ed esplodendo un colpo alla testa: soccorso dai sanitari del 118, è stato trasportato in ospedale, dove è ricoverato in condizioni di salute molto gravi. Ai carabinieri il compito di ricostruire dinamica e movente di quello che sembra essere dunque un omicidio-suicidio.

Soltanto il mese scorso, sulla spiaggia di Torvaianica, un uomo di 38 anni è rimasto vittima di un agguato. Lo scorso 20 settembre, due uomini a volto coperto sono arrivati in spiaggia e hanno fatto fuoco contro l'uomo, Selavdi Shehaj: soccorso sul posto dai sanitari del 118, l'uomo è stato trasportato d'urgenza all'ospedale San Camillo di Roma grazie a un'eliambulanza. I proiettili, che lo hanno colpito alla schiena, hanno danneggiato la colonna vertebrale: qualche giorno dopo, le condizioni del 38enne sono ulteriormente peggiorate, fino a portare purtroppo l'uomo al decesso. Sulla morte del 38enne, originario dell'Albania, indaga anche l'antimafia: è ancora caccia ai killer che lo hanno ucciso.