178 CONDIVISIONI
27 Luglio 2022
10:11

Tenta di dare fuoco alla casa del fratello, ma resta ustionato e finisce in ospedale

Se l’è cavata con ustioni di primo e secondo grado a braccio e mano un 51enne, che ha tentato di dare fuoco all’abitazione del fratello con del liquido infiammabile.
A cura di Alessia Rabbai
178 CONDIVISIONI

Tragedia sfiorata nei pressi di via Trilussa ad Albano, dove un cinquantunenne ha rischiato di morire dopo aver tentato di dare fuoco all'abitazione del fratello. Il liquido infiammabile è tornato indietro, provocandogli gravi ustioni ad un braccio e ad una mano. I fatti risalgono alla mezzanotte tra martedì 26 e mercoledì 27 luglio e sono avvenuti ai Castelli Romani. Autore un uomo del posto già noto alle forze dell'ordine, che i carabinieri hanno denunciato per minacce, intimandogli anche il divieto di avvicinamento al fratello minore. Secondo le informazioni apprese tra i due fratelli era nata una discussione che si era generata per motivi non noti, quando il maggiore ha deciso di fargliela pagare. Si è procurato una tanica contenente del liquido infiammabile, presumibilmente benzina, e ne ha cosparso il balcone. Poi gli ha dato fuoco, ma le fiamme lo hanno raggiunto. Così è stato necessario il trasporto in ospedale. Ed è scattata la denuncia.

Versa benzina sul balcone del fratello ma la fiamma torna indietro

Secondo le informazioni apprese tra i due fratelli i dissapori andavano avanti da tempo e le discussioni avvenivano spesso. L'ultimo è stato il più grave: il cinquantunenne è salito sul tetto e ha versato il liquido infiammabile sul balcone sottostante, dove appunto abitava il fratello. Il quarantottenne in quel momento era in compagnia di una ragazza ed entrambi capendo cosa stava accadendo, si sono spostati dalla finestra. La donna ha dato l'allarme, chiamando il Numero Unico delle Emergenze 112, chiedendo l'intervento urgente dei carabinieri e in breve tempo sono giunti i militari del Comando Compagnia Castel Gandolfo e della stazione di Albano.

Ha riportato ferite di primo e secondo grado

Sul posto è arrivata anche un'ambulanza, che ha preso in carico il ferito e lo ha trasportato all'ospedale dei Castelli Romani. Arrivato al pronto soccorso, il paziente è stato affidato alle cure dei medici, che lo hanno sottoposto agli accertamenti del caso. Ha riportato ferite di primo e secondo grado guaribili in dieci giorni. I militari hanno lavorato per ricostruire la dinamica dell'accaduto ed accertare le responsabilità a suo carico.

178 CONDIVISIONI
Sbanda con l'auto e finisce in un torrente: ricoverato in ospedale
Sbanda con l'auto e finisce in un torrente: ricoverato in ospedale
Campobasso, segregata in casa per 22 anni dal fratello e dalla cognata: liberata dai Carabinieri
Campobasso, segregata in casa per 22 anni dal fratello e dalla cognata: liberata dai Carabinieri
10.053 di Videonews
Vespe orientalis morte nel bagno di una casa: l'intervento dei vigili del fuoco
Vespe orientalis morte nel bagno di una casa: l'intervento dei vigili del fuoco
4.179 di Fanpage.it Roma
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni