Roma è eterna, ma non i personaggi della serie tv Suburra. Solo uno di loro potrà prendere il controllo della Capitale. Chi sarà? Per scoprirlo basta guardare gli ultimi sei episodi, in onda su Netflix dal 30 ottobre. Per girarli si sono impiegati meno di 3 mesi e sono stati scelti i luoghi simbolo della capitale. Come la suburra, la parte sotto la città, sub urbe come dicevano i latini. Oggi corrisponde al quartiere Monti, luogo dove vivono persone benestanti. Ma un tempo qui la gente si prostituiva per vivere, a differenza dei ricchi del Palatino. Eppure tra le strade della suburra è cresciuto l’imperatore più conosciuto al mondo: Giulio Cesare.

Quali le location per questi ultimi appuntamenti? Dal Colosseo al Campidoglio, ma anche il litorale romano, dove si muovono i traffici illeciti di alcuni dei protagonisti. Per descrivere i personaggi, il regista della serie tv, Arnaldo Catinari, sceglie una frase dello scrittore americano Ernest Hemingway: “La mia vita è una strada oscura che conduce al nulla”. Dove porteranno questi ultimi sei episodi? Alla resa dei conti.

Palazzo Patrizi

È una delle dimore storiche di Roma. Con affreschi di epoca barocca e quadri che sono capolavori. Nelle stanze le pareti sono rivestite da tessuti pregiati. Che qui si consumi uno degli episodi chiave della serie? Tutto da scoprire.

Piazza del Campidoglio e Colosseo

Qui si consumano tutti gli affari illeciti della malavita con il Comune di Roma.

 Via della Conciliazione

È il luogo la Chiesta esercita il suo potere. E qui abita uno dei vescovi corrotti, Monsignor Theodosiou, dove spesso vanno Aureliano, il boss di Ostia, e Spadino, il boss degli zingari.

Porto turistico

Ostia è la sede di Aureliano (Alessandro Borghi), il boss di Ostia. È la parte principale della serie. Che sia lui a prendere il controllo della Capitale? Questo è tutto da vedere.