La Stazione Termini di Roma conta una dozzina di impianti fermi. Si tratta di otto scale mobili e quattro ascensori non utilizzabili dai viaggiatori. Per quanto riguarda le scale mobili delle otto fuori servizio su una trentina nell'intero snodo, quattro sono ferme per flussi Covid, a seguito dei perorsi interni obbligati per non far incontrare frontalmente passeggeri in entrata e in uscita dalla stazione; due sono al momento chiuse per manutenzione ordinaria e due per un'infiltrazione d'acqua penetrata dal soffitto durante le piogge di due settimane fa. Sui sette ascensori presenti nella stazione, quattro non sono in funzione, due per percorsi Covid, uno per infiltrazioni d'acqua e uno per questioni di decoro perché luogo di ritrovo di senzatetto. L'azienda che gestisce il servizio di trasporto pubblico in città ha spiegato che: "Non sempre la chiusura di un impianto è determinata da un guasto o da eventi sotto il diretto controllo di Atac. Sul totale di 656 impianti al servizio del pubblico, infatti, circa l'8% – 50 impianti – sono fermi per la limitazione dei percorsi imposti dall'emergenza sanitaria. Altri 48, pari al 7%, sono fermi perché a fine vita tecnica e in corso di sostituzione".

Disabile costretto a scendere le scale in carrozzina

È proprio l'ascensore fuori servizio per infiltrazione d'acqua, chiuso per ragioni precauzionali, quello che avrebbe dovuto prendere senza riuscirci Dario, un disabile che a bordo della sua carrozzina proveniente da San Paolo, due giorni fa doveva effettuare il cambio a Termini con la linea A per raggiungere la fermata Flaminio. Ma a causa del disservizio si è trovato bloccato, riuscendo a raggiungere la banchina solo grazie all'aiuto di quattro persone, tra le quali anche un dipendente di turno in stazione, che lo hanno fatto scendere per le scale con la carrozzina. Un episodio che ha suscitato lo sdegno degli utenti e rispetto al quale l'azienda che gestisce il trasporto pubblico capitolino si è già scusata, promettendo di adoperarsi per risolvere al più presto l'inconveniente.

Tutti gli interventi di Atac

"Atac assicura di essere impegnata quotidianamente per migliorare l'accessibilità delle proprie infrastrutture – spiega l'azienda – A partire da maggio 2019, infatti, sono state eseguite 175 revisioni speciali e 81 revisioni generali, tra cui molti impianti del nodo di scambio di Termini. Sono stati sottoposti a mirati interventi straordinari da parte del costruttore circa 20 impianti nel tratto centrale della Linea A ed è stato supervisionato da parte del costruttore l'intero parco scale mobili della Linea C. Si sta lavorando, inoltre, all'apertura al pubblico di sei ascensori della Roma-Viterbo. Fra le attività in corso, si segnalano la gara in fase di aggiudicazione per la fornitura e l'installazione di due ascensori presso la stazione San Giovanni della Linea A e la redazione di un capitolato per sostituire tutti i servoscala, dato che quelli attuali sono risultati poco efficienti".