video suggerito
video suggerito
Giubileo 2025

Spuntano mosaici antichi durante gli scavi a Piazza Pia durante il cantiere per il Giubileo

Gli operai al lavoro a Piazza Pia hanno trovato mosaici antichi di una fullonica romana. La scadenza dell’8 dicembre per la conclusione dei lavori ora è a rischio.
A cura di Rosario Federico
98 CONDIVISIONI
Il cantiere di Piazza Pia davanti a San Pietro a Roma (Foto LaPresse)
Il cantiere di Piazza Pia davanti a San Pietro a Roma (Foto LaPresse)
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Nel cantiere di Piazza Pia sono stati trovati alcuni mosaici antichi pavimentali durante gli scavi per il sottopasso. Ora potrebbe essere a rischio la scadenza dell'8 dicembre 2024 per la conclusione dei lavori nel cantiere simbolo del Giubileo 2025, a pochi passi dal Vaticano. L'obiettivo da raggiungere è la pedonalizzazione dell'area e la creazione del sottopasso per l'inizio dell'Anno Santo, ma non si era considerato finora il ritrovamento di reperti storico-artistici nella zona.

I resti di una fullonica romana

Le superfici ritrovate sono di notevoli dimensioni e sono riconducibili ad una fullonica, un luogo dove si lavavano tessuti e vesti nell'antica Roma. È probabile che si proceda con lo studio e la delocalizzazione dei reperti archeologici anche se, secondo il Corriere della Sera, potrebbe essere solo una parte di ciò che potrebbe venire alla luce. Intanto i tempi stringono e le normative sicuramente aumentano i tempi per la realizzazione dell'intervento.

Il cantiere può accumulare ritardi

I reperti si trovano a circa tre metri e mezzo sotto il suolo, nella zona dove affaccia la struttura di Radio Vaticana. Per completare l'intervento bisognerà scendere almeno fino a otto metri. È da tenere in considerazione la probabilità del ritrovamento di altri resti oltre l'antica fullonica, continuando il sottopasso in direzione del Santo Spirito.

Nel mese di marzo il sindaco di Roma Roberto Gualtieri aveva confermato il rispetto dei tempi dei lavori: "Stiamo realizzando un'opera enorme in tempi record. I lavori stanno procedendo secondo il cronoprogramma", aveva spiegato il sindaco. Ora non c'è più questa certezza.

Il ritrovamento di uno scheletro umano non ha fermato il cantiere

Uno scheletro umano è stato ritrovato nella mattinata di venerdì 24 maggio, mentre gli operai lavoravano nella piazza. Il reperto è stato rimosso e catalogato e i lavori in quel caso non sono stati interrotti, con il cantiere che è proseguito regolarmente come previsto. È stato necessario anche in questo caso l'intervento delle autorità competenti, per svolgere un recupero corretto per la preservazione dell'oggetto.

Il cantiere di Piazza Pia

È in corso la realizzazione di un'area pedonale che da Ponte Sant'Angelo, percorrendo piazza Pia, passerà attraverso via della Conciliazione, arrivando fino a piazza del Risorgimento. Il cantiere, il più importante per la vicinanza a San Pietro realizzerà un nuovo sottopassaggio per le automobili e consentirà di creare una piazza pedonale e collegare le due aree in vista del Giubileo.

I lavori sono partiti il 22 agosto del 2023 con un finanziamento da 79,5 milioni di euro. L'intervento è realizzato da Anas e il cantiere ha una chiusura prevista per l'8 dicembre 2024, in vista dell'inizio del'Anno Santo. Il progetto, nello specifico, prevede il prolungamento di circa 130 metri del sottovia esistente ed è realizzato con la metodologia "cut&cover" che dà la possibilità di lavorare sia in superficie che all'interno. Così facendo, cittadini e pellegrini non dovranno più attraversare il lungotevere sulle strisce pedonali, ma potranno semplicemente attraversare la piazza.

98 CONDIVISIONI
52 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views