Un uomo di 38 anni è stato arrestato per aver tentato di rapinare una nota gioielleria di Roma, in piazza San Silvestro. L'episodio è avvenuto venerdì pomeriggio: l'uomo è stato subito fermato dai carabinieri (che stavano controllando lo svolgersi di una manifestazione proprio nella zona) e sottoposto al processo per direttissima, dove ha ammesso le sue responsabilità ed è stato condannato a tre anni di reclusione. Secondo quanto riportato da Il Messaggero, l'uomo sarebbe entrato nella famosa gioielleria di piazza San Silvestro fingendosi un turista tedesco che voleva acquistare un Rolex. Ha chiesto informazioni all'addetto alla vendita – che si è subito insospettito per l'accento davvero troppo marcato – e si è messo a sfogliare il catalogo in un divanetto della gioielleria.

Tenta di rubare un orologio, arrestato

L'uomo non ha chiesto però i Rolex, ma ha voluto guardare un altro orologio, un Nomos esposto in vetrina da oltre 3mila euro. Proprio vicino l'uscita, in modo da riuscire subito a scappare non appena il ragazzo in servizio glielo avesse mostrato. Quando l'addetto alla vendita della gioielleria ha tirato fuori l'orologio, il finto turista ha tirato fuori dalla tasca un coltello con una lama di 9cm, puntandogliela contro. Lui, che forse si aspettava potesse accadere una cosa del genere, gli ha dato un pugno in faccia, disarmandolo. Si è messo poi a urlare e ha attirato l'attenzione dei carabinieri, facendolo fermare e arrestare. L'uomo è stato processato con il rito abbreviato per direttissima, ed è stato condannato a tre anni. Ha ammesso di aver tentato di rubare l'orologio, sperando di riuscire a fuggire, ma di non esserci riuscito.