423 CONDIVISIONI
21 Settembre 2022
20:58

Rubata la targa di Ugo Forno, il partigiano bambino della Resistenza romana ucciso dai nazisti

La presidente del II municipio Francesca Del Bello ha dichiarato che sarà immediatamente ripristinata. L’Anpi: “Ci auguriamo che gli autori del furto vengano individuati e sanzionati”.
A cura di Natascia Grbic
423 CONDIVISIONI

È stata rubata la targa di Ugo Forno dal giardino di via Mascagni a Roma. Ignoti hanno prelevato e portato via la targa del dodicenne, l'ultima vittima della Resistenza romana uccisa dai nazisti il 4 giugno del 1944 mentre tentava di impedire che facessero saltare in aria il ponte ferroviario sull'Aniene.

A rendere nota la notizia è stato il nipote del partigiano, Fabrizio Forno. La presidente del II Municipio, Francesca Del Bello, ha dichiarato che la targa sarà ripristinata il prima possibile.

"Un gesto vile, nonché inutile – le parole di Paolo Ciani, capogruppo capitolino di Demos – Perché la memoria di un bambino, di un giovanissimo eroe capace di dare la vita per difendere la sua patria non sparisce togliendo una targa, che ci auguriamo sarà ripristinata il prima possibile. La memoria è la base del futuro, e la memoria di questa città è una memoria eroica, è la memoria di persone capaci di resistere, di mettere in primo piano i valori, di non risparmiarsi per amore della libertà. Una memoria che anima il vissuto di gente che non si lascia ingannare: i cittadini hanno notato subito la mancanza di quel segno, perché il ricordo di Ugo è vivo nei romani e un atto violento, oltraggioso, per cancellare un eroe, come insegna la storia, non fa che accrescerne la fama".

La targa dedicata al ‘partigiano bambino', medaglia d'oro al valore civile, era stata apposta nel 2017. "Non è la prima volta che vengono deturpati, danneggiati e vandalizzati targhe e pannelli che ricordano l'eroico dodicenne morto per salvare il ponte ferroviario sull'Aniene – dichiara l'Anpi romana in una nota – Ma non riusciranno mai a cancellarne la memoria, perché Ugo Forno è e sempre sarà vivo nel quartiere, nella scuola da lui frequentata, e nel cuore di tutti gli antifascisti romani".

"La storia di Ugo Forno è un limpido e luminoso esempio di altruismo e spirito indomito di libertà. Lui e tantissimi altri giovanissimi eroi combatterono affinché la scellerata e ignobile guerra voluta dai criminali nazifascisti per schiavizzare il mondo, terminasse al più presto e per riconquistare dignità alla Patria in un mondo più giusto. E' proprio questo che infastidisce tanto gli ‘eroici e valorosi' fascisti che agiscono vilmente al buio.  Siamo certi che la targa sarà prontamente ripristinata, mentre ci auguriamo che gli autori del furto vengano individuati e sanzionati come per legge".

423 CONDIVISIONI
Finge di essere malato e truffa un frate per 125mila euro: denunciato dagli amici del religioso
Finge di essere malato e truffa un frate per 125mila euro: denunciato dagli amici del religioso
Nuova aggressione al San Camillo: paziente picchia 4 infermieri e 2 guardie giurate
Nuova aggressione al San Camillo: paziente picchia 4 infermieri e 2 guardie giurate
Blitz antidroga a Roma e sul litorale: in manette otto pusher
Blitz antidroga a Roma e sul litorale: in manette otto pusher
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni