Sono diverse le zone della movida di Roma tenute sotto controllo dalla polizia locale a causa del rischio, sempre più concretizzato, di assembramenti e mancato rispetto delle regole per il rispetto del distanziamento sociale. Tra queste, ci sono largo degli Oschi, piazza dell'Immacolata e piazza Trilussa, isolate dai vigli della Capitale per far sì che le direttive governative venissero rispettate dai cittadini.

Sanzioni e presidi nelle zone della movida a Roma

Gli agenti della locale di Roma sono poi stati inviati in piazza Bologna, San Lorenzo e Ponte Milvio per presidiare le zone e assicurarsi che non si verificassero assembramenti. Diversa la situazione per quanto riguarda piazza Campo de' Fiori, Rione Monti e piazza di Santa Maria in Trastevere, dove si sono rese necessarie le chiusure con transennamento delle aree. Il grande impiego di forze dell'ordine ha portato poi gli agenti ad effettuare, la scorsa notte, più di 400 controlli, compreso il litorale romano. Delle persone controllate, dieci sono state multate: si tratta di esercenti e consumatori che si sono resi protagonisti rispettivamente della vendita e del consumo di sostanze alcoliche fuori dall'orario concesso. Altri titolari di locali, invece, sono stati sanzionati per aver occupato abusivamente suolo pubblico, mentre tra Ponte Milvio e trastevere, gli agenti di polizia hanno sanzionato più di cento persone per non aver rispettato il codice della strada. Nella Capitale, anche a fronte dei nuovi casi da Coronaviru riconducibili ai cittadini sbarcati a Fiumicino, vogliono tenere alta l'attenzione per scongiurare una seconda ondata dell'epidemia.