1.621 CONDIVISIONI
9 Maggio 2022
17:31

Roma, 5 Stelle lanciano raccolta firme e azione legale contro il termovalorizzatore: “Un ecomostro”

La raccolta firme del Movimento 5 Stelle: “Il nostro ‘no’ all’inceneritore è netto e irreversibile”.
A cura di Enrico Tata
1.621 CONDIVISIONI

A Roma il Movimento 5 Stelle ha lanciato una raccolta firma per chiedere di bloccare la realizzazione del termovalorizzatore. "Il nostro ‘no' all'inceneritore è netto e irreversibile. Abbiamo iniziato ieri una raccolta di firme che farà tappa a Santa Palomba. Studiamo poi un'azione legale nei confronti del Campidoglio finalizzata a bloccare la realizzazione dell'inceneritore da 600 mila tonnellate", si legge in una nota. Contestualmente i consiglieri pentastellati hanno annunciato anche l'avvio di uno studio per un'azione legale nei confronti del Campidoglio con l'obiettivo sempre di fermare il progetto annunciato dal sindaco della Capitale, Roberto Gualtieri.

Lombardi: "Iniziativa non concordata"

Una posizione, questa, che rischia di spaccare il Movimento, perché Roberta Lombardi, che è assessora alla Transizione Ecologica della giunta regionale guidata da Nicola Zingaretti, ha dichiarato all'agenzia AdnKronos che questa iniziativa non era assolutamente concordata. "C'è chi vuole essere ricordato per il no e basta e c'è chi lavora per il sì al futuro", ha detto Lombardi, che nei giorni scorsi aveva annunciato l'avvio di un dialogo con il sindaco Gualtieri pur ribadendo la sua posizione contraria al termovalorizzatore.

Questa la nota stampa diffusa dai consiglieri capitolini del Movimento 5 Stelle e della Lista civica Virginia Raggi:

"La petizione, partita ieri dal Parco Tor Teste e sottoscritta da noi consiglieri M5S e LcR, da alcuni consiglieri municipali e da un buon numero di cittadini, farà prossimamente tappa a Santa Palomba, dove speriamo di poter avere un buon riscontro di firme da parte dei tanti cittadini sensibili al tema'. La seconda iniziativa riguarda invece lo studio di un'azione legale nei confronti del Campidoglio finalizzata a bloccare la realizzazione di un inceneritore da 600 mila tonnellate annue in un quadrante del Municipio IX e a ribadire l'assoluta necessità di un processo di transizione ecologica e di economia circolare per la nostra città. Il M5S e la Lista Civica Virginia Raggi, Ecologia e Innovazione si batteranno in ogni sede per tutelare il diritto alla salute dei romani e la salubrità dell'ambiente in cui viviamo".

Lista Calenda attacca: "Ennesima beffa"

"Ci mancava solo la raccolta firme contro il termovalorizzatore. La politica del no del Movimento 5 stelle dentro e fuori il Campidoglio, non smette mai di sorprendere. Dopo cinque anni totalmente allo sbando sulla gestione rifiuti; cassonetti ricolmi di cumuli di immondizia; raccolta differenziata al palo; nessun impianto e costi di gestione aumentati, arriva l'ennesima beffa per i cittadini di Roma", hanno dichiarato in una nota i consiglieri della Lista Calenda.

1.621 CONDIVISIONI
Emergenza rifiuti a Roma, 2mila tonnellate di immondizia non raccolte: i quartieri più in difficoltà
Emergenza rifiuti a Roma, 2mila tonnellate di immondizia non raccolte: i quartieri più in difficoltà
Roma, i 5 Stelle chiedono a Gualtieri meno carne e menu vegani nelle mense scolastiche
Roma, i 5 Stelle chiedono a Gualtieri meno carne e menu vegani nelle mense scolastiche
Peste suina a Roma: 5 nuovi cinghiali infetti, i contagi salgono a 32
Peste suina a Roma: 5 nuovi cinghiali infetti, i contagi salgono a 32
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni