Già 1500 persone in coda per richiedere il rimborso dell’abbonamento Atac
in foto: Già 1500 persone in coda per richiedere il rimborso dell’abbonamento Atac

Oltre 1500 utenti già in coda, almeno 25 minuti di attesa per accedere il servizio e sito già sovraccarico e non funzionante. Non è partito nel migliore dei modi l'iter per chiedere il rimborso dell'abbonamento Atac a causa del lockdown dovuto all'emergenza coronavirus. Per presentare la domanda bisogna accedere all'area MyAtac oppure procedere alla registrazione: purtroppo, però, già alle 11,15 (dopo 15 minuti dall'attivazione del servizio) gli utenti in coda sono circa 1500 e i tempi di attesa sono oltre 25 minuti solo per accedere alla pagina di registrazione. Chi è riuscito ad entrare, però, al momento non è riuscito a completare la richiesta a causa di un errore sui server, probabilmente già sovraccarichi.

Errore al momento della presentazione della domanda
in foto: Errore al momento della presentazione della domanda

Il sito per chiedere il rimborso dell'abbonamento Atac

"Se nei mesi del lockdown (marzo-aprile 2020) avevi un abbonamento mensile o annuale Metrebus Roma o Metrebus Lazio a zone in corso di validità e non lo hai potuto utilizzare a causa delle misure governative di contenimento, puoi presentare la richiesta di rimborso", si legge sul sito creato appositamente da Atac per la presentazione delle richieste. È possibile prolungare la validità dell'abbonamento oppure richiedere un voucher. Per richiedere il rimborso per il mancato utilizzo dell'abbonamento c'è tempo fino al 30 settembre 2020.

"Se nel periodo del lockdown avevi in corso di validità un abbonamento mensile o annuale Metrebus Roma o Lazio a Zone caricato su supporto elettronico ti sarà riconosciuto, in caso di accoglimento della richiesta, il prolungamento del titolo che sarà pari al numero dei mesi di mancato utilizzo riconosciuti (1 o 2 mesi). Se nel periodo del lockdown avevi un abbonamento mensile Metrebus Lazio a Zone su supporto magnetico (cartaceo) ti sarà riconosciuto, in caso di accoglimento della richiesta, un voucher per il ritiro di un titolo di viaggio con le stesse caratteristiche del titolo che non hai potuto utilizzare. Ti precisiamo che se avevi un titolo cartaceo Lazio a Zone valido nel mese di marzo 2020 e uno valido nel mese di aprile 2020 devi presentare due richieste di rimborso separate: in questo caso ognuna avrà il suo esito e, se accolta, il suo voucher", si legge ancora sul sito.