Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Ha provocato un incidente, andando a scontrarsi contro una macchina in sosta con la sua auto, e poi si è dato alla fuga aiutato alla compagna. Per evitare guai, ha fatto finta che gli avessero rubato la vettura e di non essere quindi lui alla guida della macchina quando era avvenuto l'incidente. Ma gli agenti hanno scoperto che il suo racconto non reggeva, e così un uomo di cinquant'anni è stato denunciato dagli agenti di Polizia Locale di Ardea per simulazione di reato e falsa attestazione a pubblico ufficiale. L'incidente che aveva causato era avvenuto una settimana prima: quando gli agenti erano giunti sul posto, avevano trovato una Volkswagen Lupo rovesciata, con nessuno all'interno della macchina. Un mistero che non riuscivano a spiegarsi: anche perché negli ospedali non era stato ricoverato nessuno a seguito dell'incidente stradale. Un fatto ancora più strano, dato che ovviamente l'auto non poteva guidarsi da sola.

Provoca incidente e simula il furto dell'auto, denunciato

I vigili hanno allora controllato la targa, e con i dati sono risaliti al proprietario, un libero professionista di cinquant'anni. Sono andati a casa sua e la prima volta non hanno trovato nessuno. La seconda hanno trovato la moglie in casa, che ha raccontato del furto della vettura e che erano in procinto di andare a sporgere denuncia. Questa però, non è mai stata fatta. E così, dopo alcuni controlli, gli agenti di Polizia Locale hanno scoperto che l'uomo aveva mentito e che era stato lui a causare l'incidente. Molto probabilmente a causa dell'alta velocità aveva urtato una macchina in sosta e si era ribaltato. Dopodiché si era fatto venire a prendere dalla compagna e si sono messi d'accordo sulla versione da raccontare.