È stato distrutto da un incendio il capannone della Emmerre Arredamenti a Ostia. L'allarme è scattato poco prima della mezzanotte e sul posto sono giunti a sirene spiegate i vigili del fuoco e le forze dell'ordine. I pompieri hanno lottato per ore per spegnere le fiamme, e un centinaio di persone sono state evacuate per precauzione. La nuvola di fumo nero che si è alzata dall'incendio ha avvolto tutta la zona circostante e l'odore intenso era percepibile a chilometri di distanza. Gravissimi i danni all'interno, con quasi tutta la merce stoccata andata distrutta o danneggiata in modo irreparabile.

Le operazioni di spegnimento dei vigili del fuoco

Sul posto diverse squadre dei vigili del fuoco, del comando provinciale di Roma, con 3 autobotti, il carro autoprotettori e un'autoscala, assieme al personale del 118 con un'ambulanza e gli agenti del commissariato di Ostia che hanno vigilato sulle operazioni. Fortunatamente nessuno è rimasto ferito né intossicato e l'intervento dei pompieri ha impedito che le fiamme si propagassero alle abitazioni.

Il capannone di 1200 metri quadri un inferno di fuoco

Il capannone grande 1200 quadri era stipato di mobili quando è stato colpito dal rogo, diventando in poche decine di minuti un inferno di fuoco. La struttura si trova a Ostia Antica, più precisamente in via Alfonso Airoldi. Questa mattina sono ancora in corso i sopralluoghi per stabilire cosa è accaduto e l'origine del rogo che è ancora non nota. Il capannone si presentava con il tetto di lamiera crollato e il fumo che ancora si alzava dalle ceneri, tenute sotto stretto controllo dai vigili del fuoco.