Ci sono dei risvolti inquietanti nell'operazione di sgombero condotta questa mattina Maccarese, località sul litorale nord del capitale tra Roma e il comune di Fiumicino, dove le forze dell'ordine hanno ripreso possesso di un immobile di proprietà della Asl dal 2008 in via di Castel San Giorgio. Qui aveva preso casa un'associazione di estrema destra Fons Perennis, affiliata a CasaPound, tanto che anche sul sito ufficiale dell'organizzazione veniva indicata come sede ufficiale. Basta poi dare un'occhiata alla pagina Facebook dove si vedono militanti indossare le magliette di CasaPound ed esibire tatuaggi coni simboli dell'organizzazione.

All'interno dello stabile "in un locale è stato rinvenuto un altarino con materiali nazisti e offerte di pane e vino, con i nomi di alcuni defunti, tra cui Erich Priebke ed Heinrich Himmler". Si tratta ovviamente dell'ufficiale nazista ritenuto responsabile dell'eccidio delle Fosse Ardeatine, e del gerarca considerato il numero due del regime dopo lo stesso Adolf Hitler  La struttura, secondo quanto ricostruito  veniva anche utilizzata per "incontri tra i leader nazionali” dello stesso movimento, oltre che per attività connesse invece al territorio.

Sgomberi bipartisan: a Roma la polizia all'Ex Lavanderia

Come nel caso del Nuovo Cinema Palazzo a San Lorenzo, anche questa mattina abbiamo assistito a uno sgombero bipartisan: da una parte la sede di CasaPound (con l'annesso è imbarazzante altarino dedicato a figure del nazismo), dall'altra un centro sociale. Lo sgombero infatti è avvenuto in contemporanea a quello di un immobile, anche in questo caso proprietà dell'Asl di competenza, all'interno del complesso del Santa Maria della Pietà, dove da anni il centro sociale Ex Lavanderia svolgeva attività sociali e di volontariato, non da ultima la distribuzione di aiuti alimentari e il sostegno alla famiglie in difficoltà a partire dai mesi del lockdown con l'associazione Nonna Roma. Oggi pomeriggio alle 15.30 un'assemblea si terrà di fronte lo spazio sgomberato.