Barbara D'Urso è stata ascoltata dal pubblico ministero della Procura di Roma Carlo Villani, sulla morte di Teodosio Losito. La conduttrice Mediaset è stata convocata come persona informata sui fatti, nell'inchiesta in corso per istigazione al suicidio, rispetto alla quale gli inquirenti indagano per un coinvolgimento di Losito su una presunta setta della quale farebbero parte personaggi del mondo dello spettacolo. Ciò che vuole infatti capire chi indaga riguardo alla tragedia del gennaio 2019, quando lo sceneggiatore è stato trovato morto in casa, è se si sia tolto la vita per motivi strettamente personali o se qualcuno lo abbia spinto e portato a compiere il gesto estremo. Barbara D'Urso ha raggiunto gli uffici della Procura stamattina, per un colloquio durato circa due ore. Rispetto alla vicenda la conduttrice in una puntata di Pomeriggio Cinque dello scorso settembre disse: "Sono sotto choc perché durante la pubblicità mi sono arrivati un sacco di messaggi sul telefonino sul caso della ipotetica setta e sono incredula. Così tante persone non immaginavo. Secondo me usciranno nomi anche importanti".

I personaggi dello spettacolo già ascoltati dalla Procura sul caso Losito

Proseguono spedite le indagini della Procura di Roma, sulle quali al momento si mantiene il massimo riserbo. Sotto alla lente d'ingrandimento degli investigatori c'è qualla ormai conosciuta come ‘Ares Gate', ossia relativa alla casa di produzione di Alberto Tarallo, che ha chiesto di essere ascoltato. Il pm ha già sentito diversi nomi del mondo dello spettacolo, tra i quali Rosalinda Cannavò alias Adua Del Vesco, Massimiliano Morra, Gabriel Garko, Eva Grimaldi e Giuliana De Sio, tutti come persone informate sui fatti. Quest'ultima ha lavorato con la casa di produzione di Losito per alcune fiction come ‘L'onore e il Rispetto' e ‘Il bello delle donne'. In una conversazione intrattenuta con l'attrice Cannavò, Morra ha fatto riferimento alla preseunta setta, accennando ad un legame tra essa e la drammatica morte di Losito.