Un secondo studente della scuola Espazia di Monterotondo è risultato positivo al coronavirus. Il primo caso è emerso qualche giorno fa, a metà settembre, a seguito del quale gli studenti della classe frequentata dall'alunno e i relativi insegnanti sono rimasti a casa, in isolamento domiciliare, in attesa che si manifestassero eventuali sintomi della malattia, come tosse o febbre, e degli accertamenti della Asl Roma 5, che è stata informata. Secondo le informazioni apprese il secondo bambino affetto da Covid-19 appartiene ad una classe diversa, ma aveva avuto contatti con il primo contagiato nei giorni precedenti all'inizio dell'anno scolastico. Anche in questo caso l'aula è stata sottoposta a sanificazione. A comunicare la notizia del secondo contagio ai cittadini il sindaco di Monterotondo Riccardo Varone, che ha informato i cittadini sui social network: "La dirigente scolastica ha già avvertito i genitori dei bambini della classe interessata, che secondo i protocolli previsti dovranno rimanere in isolamento precauzionale in attesa dei tamponi che la Asl Rm5 ha già organizzato per la giornata di lunedì pomeriggio con un nuovo drive-in presso la scuola" si legge in un post pubblicato su Facebook nel pomeriggio di sabato scorso.

Dipendente delle poste di Monterotondo positivo al coronavirus

Lo scorso venerdì 18 settembre un dipendente delle poste di Monterotondo è risultato positivo al coronavirus. Gli uffici di via Mameli sono stati chiusi e sanificati, mentre le persone entrate in contatto con il contagiato sono state poste in isolamento domiciliare e sottoposte ad accertamenti. Sabato il sindaco si è espresso sul caso accertato del dipendente delle poste affetto da Covid-19, parlando con i i cittadini: "Riguardo al caso di positività di un dipendente dell'ufficio postale di Monterotondo, la situazione non è tale da coinvolgere chi si è recato nell'ufficio postale, lo dico per tranquillizzare tutti". E ha aggiunto: "Usiamo la mascherina, non mi stancherò mai di ripeterlo!".