Un nuovo violento acquazzone si è abbattuto questa notte sulla capitale. Complice la tarda ora non si sono riscontrati gravi disagi, ma sono stati numerosi gli interventi di vigili del fuoco e polizia locale per strade allagate ma soprattutto per alberi e rami abbattuti dalla violenza del vento. Oltre cinquanta gli interventi solo nel pomeriggio, uno dei quali in particolare per liberare due ragazze rimaste intrappolate nella loro auto colpita da un grosso albero schiantatosi sul piano stradale nel quartiere Trieste.

Ma il maltempo non molla la presa. Per oggi – sabato 26 settembre – temperature in picchiata di dieci gradi rispetto alla scorsa settimana (le massime non supereranno i 20° e le minime arriveranno questa notte a 10°) e sono previste ancora precipitazioni localmente anche molto intense. Temporali e piogge segneranno dunque il weekend con il passaggio di fatto nella stagione autunnale.

Per vedere un significativo miglioramento bisognerà aspettare la metà della prossima settimana, nella speranze che l'ottobrata romana torni a farci regalarci uno sprazzo d'estate. Intanto prosegue l'allerta meteo diramata dalla Protezione Civile regionale.

Queste le previsioni dell'Aeronautica Militare per oggi sul Centro Italia e Sardegna: "Nuvolosità irregolare a tratti intensa sulle aree tirreniche ed interne con rovesci sparsi ed isolati temporali ma con tendenza a schiarite ad iniziare da toscana, alto Lazio e Umbria; molte nubi sul settore adriatico con possibili isolate piogge ma con nubi in attenuazione dalla tarda mattinata; nubi in nuovo aumento dalla serata-nottata ad iniziare da Sardegna e settori tirrenici in generale".