Due uomini sono stati arrestati dai carabinieri della stazione Roma Torrino Nord perché accusati di aver picchiato selvaggiamente un uomo, causandogli danni permanenti. La vittima, un uomo di 54 anni, ha perso l'occhio a causa dei calci e dei pugni ricevuti dai due individui, un 39enne e un 44enne esperti di arti marziali che lo hanno attaccato senza nessun motivo fuori da un bar. Una violenza cieca, prevaricatrice e indicativa del tipo di personalità dei due, pronti a picchiare chiunque gli si parasse davanti per sciocchi e futili motivi. Entrambi già noti alle forze dell'ordine, sono stati arrestati e portati in carcere con l'accusa di lesioni aggravate per un pestaggio avvenuto la notte del 26 ottobre 2019, all'esterno di un bar in viale Camillo Sabatini.

L'uomo, che aveva denunciato il fatto ai carabinieri subito dopo il pestaggio, ha raccontato di essere arrivato al bar per acquistare le sigarette e di essere stato preso in giro da due individui perché calvo. Una volta uscito dal locale ha chiesto spiegazioni: i due, invece di scusarsi, si sono accaniti contro di lui, prendendolo a calci e pugni. La vittima ha riportato lesioni al volto e la frattura dell'orbita dell'occhio destro. Operato chirurgicamente, ha dovuto mettere una protesi, riportando danni permanenti sia dal punto di vista estetico sia dal punto di vista funzionale. Le indagini sono state condotte dai carabinieri, che sono riusciti a identificare i due grazie alla visione delle telecamere di sorveglianza e alla successiva identificazione da parte della vittima. Entrambi sono stati arrestati. Nella loro abitazione i carabinieri hanno sequestrato anche due sciabole, un machete, un tirapugni e due coltelli.