L'autunno è arrivato. Rimessi nell'armadio costumi e teli, magari dopo aver fatto un ultimo bagno al mare prima di chiudere definitivamente la stagione estiva, si avvicina il momento di indossare di nuovo felpe e maglioni, adesso che le temperature iniziano a calare. Ma soprattutto, potrebbe essere arrivato il momento ideale per organizzare una gita "in casa" e riscoprire con una bella passeggiata i luoghi più suggestivi che una città eterna come Roma offre ai suoi abitanti. Lontano dalla quotidianità, dal traffico e dallo stress causato da studio e lavoro, la Capitale offre posti suggestivi e spettacolari, spesso immersi nel verde e nell'arte. Ecco cinque passeggiate da fare quanto prima per i quartieri della Capitale e scoprirne così le meraviglie.

1. Gianicolo

Uno dei luoghi più suggestivi di Roma, con una vasta terrazza che permette di vedere dall’alto le meraviglie della Capitale. Il Gianicolo è il posto perfetto dove fare una passeggiata in tranquillità nel tardo pomeriggio, con il tramonto che dà vita a un’atmosfera rilassante ed evocativa. Nel weekend è un luogo perfetto dove passare il tempo con tutta la famiglia, grazie anche ai tradizionali spettacoli di marionette organizzati per intrattenere i più piccoli. La relativa calma della zona, ben poco trafficata, permette di godersi alcune meraviglie artistiche quali la celebre fontana dell’Acqua Paola, nota anche come “il fontanone del Gianicolo”, e l’imponente Monumento a Giuseppe Garibaldi posto al centro della piazza principale, in onore del condottiero che proprio sul Gianicolo guidò la resistenza contro l’esercito francese nel 1849.

2. Parco Centrale del Lago

Conosciuto anche come "laghetto dell'Eur" essendo situato all'interno dell'omonimo quartiere, il Parco Centrale del Lago è caratterizzato da uno specchio d'acqua artificiale la cui idea iniziale risale al 1936, per poi essere completata soltanto ventiquattro anni più tardi, in concomitanza con le Olimpiadi di Roma del 1960. Il parco di ampie dimensioni presenta alberi di ogni genere, dalle querce ai pioppi passando per aceri ed olivi. Oltre a numerosi viali che lo rendono un luogo perfetto per una passeggiata, nei dintorni del parco si trova il Giardino delle Cascate con i suoi spettacolari getti d'acqua. Diversi anche i servizi disponibili, come una pista ciclabile ed aree giochi per i bambini. Interessante in particolare la possibilità di poter navigare attraverso il lago affittando una barca a remi, un pedalò o anche un giro in battello: ciò lo rende una meta ideale per passare una giornata diversa dal solito.

3. Parco Savello, il Giardino degli Aranci

Situato sul colle Aventino nel rione Ripa, non troppo distante dal Colosseo, il Parco Savello è comunemente noto con il nome di “Giardino degli Aranci” prendendo il nome dai numerosi alberi di arance amare (che è vietato raccogliere) sparse lungo tutto il parco. Realizzato dall'architetto Raffaele De Vico nel 1932 sull'area che ha ospitato la fortezza della famiglia Savelli nel X secolo, e con un'estensione di 7.800 metri quadrati, il parco è considerato uno dei luoghi più suggestivi di Roma, con un affaccio sul Tevere che offre una vista mozzafiato della città. E non troppo distante, a circa 150 metri dal giardino, si può raggiungere il celebre “buco della serratura” sul cancello del Priorato dei Cavalieri di Malta, dove è possibile guardare la cupola di San Pietro circondata dalle siepi del giardino, in una visuale inconsueta ma spettacolare, soprattutto durante il tramonto.

4. Rione Monti

Foto Instagram
in foto: Foto Instagram

Proprio accanto al Colosseo e al Foro Romano sorge il rione Monti, meta ambita dai turisti, ma piena di attrazioni anche per un cittadino romano, da scoprire magari proprio con una passeggiata attraverso le sue vie e le sue attrazioni culturali, come la Domus Aurea e il Palazzo delle Esposizioni. Presenta alcune delle chiese più affascinanti della Capitale, come quella di Santa Maria ai Monti, oltre alle basiliche di San Pietro in Vincoli, Santa Prudenziana e, appena fuori dal quartiere, la Basilica Papale di Santa Maria Maggiore. Per chi vuole godersi un po' di verde c'è il parco del Colle Oppio da visitare. Tra le altre mete principali va citata la piazza di Madonna dei Monti dove spicca la fontana dei Catecumeni. E per chi volesse fermarsi a pranzo o cena, magari dopo una lunga camminata, c'è solo l'imbarazzo della scelta grazie ai numerosi ristoranti, bar e locali che animano uno dei quartieri più iconici di Roma.

5. Villa Borghese

Uno dei parchi pubblici più grandi di Roma, dentro Villa Borghese ci si perde in una meraviglia naturale immersa nel verde degli alberi secolari che ricoprono l'area. Prende il nome dal cardinale Scipione Borghese, che nel 1608 ha dato inizio ai lavori di realizzazione che si sono conclusi nel 1633, anno della sua morte. Dal 1903 è diventata parco pubblico dopo essere stata acquistata dallo Stato italiano. Molti i punti d'interesse da visitare: dal Giardino del lago dove è possibile noleggiare barche, al Bioparco di Roma, il giardino zoologico più antico d'Italia. È perfetta non solo per una passeggiata ma anche per una visita culturale, grazie alla presenza della Galleria Borghese che offre periodicamente mostre ed eventi. Il tutto senza dimenticare il gran numero di monumenti, sculture e fontane nelle quali è possibile imbattersi mentre si esplora l'enorme area del parco. Un luogo che offre infinite attrazioni, ideale per una passeggiata spensierata con amici e familiari, o anche da soli per sgranchirsi le gambe dopo una giornata di lavoro.