3.303 CONDIVISIONI
29 Settembre 2022
23:03

La vicequestora no green pass Schirilò licenziata dalla polizia: “Ho solo espresso le mie idee”

La sospensione dal servizio della vicequestora Nunzia Schilirò termina con il licenziamento: “Ho esercitato il diritto costituzionale previsto dall’art. 21”.
A cura di Beatrice Tominic
3.303 CONDIVISIONI

È diventata famosa il 25 settembre 2021, quando ha preso parte ad una manifestazione no green pass: è proprio lei ad aver definito il certificato verde "illegittimo". Nunzia Schilirò, vicequestora originaria di Gorizia, da allora è stata sospesa dal servizio e sottoposta ad un procedimento disciplinare che si è chiuso in questo giorni: sarà licenziata dalla polizia di Stato. La notizia è arrivata con un post su Facebook scritto dalla stessa vicequestora, diventata famosa anche per uno scherzo del destino: poco tempo dopo il suo intervento dal palco no green pass, è stata contagiata dal coronavirus insieme a suo marito.

Il post su Facebook

A comunicare il licenziamento è stata lei stessa con un post pubblicato su Facebook: non è bastato essere stata nominata dirigente sindacale per evitare ripercussioni. Stamattina ha scritto, per prima cosa: "Volete leggere qualcosa di sconvolgente prima che mi chiudano Facebook?", anticipando il vero post che, invece, è arrivato soltanto tre ore dopo.

"Il 28 settembre 2022 è stato decretato che i dirigenti di Polizia sono schiavi del Governo di turno? Dopo un anno di sospensione e di persecuzione con 7 procedimenti disciplinari, al quinto sono stata destituita! – ha scritto Schirilò sul suo profilo – Licenziata per le mie dichiarazioni sul palco della manifestazione del 25 settembre 2021 e per tutte le mie successive dichiarazioni. Quelle, per esempio, in difesa dei portuali di Trieste, aggrediti a colpi di idrante, quando stavano seduti a terra, con il rosario in mano". Poi è arrivato il paragone con quanto avvenuto nel 2001, già più volte citato per difendersi: "I condannati per il G8 di Genova in servizio e, in certi casi, addirittura promossi. Io licenziata per aver esercitato il diritto costituzionale previsto dall'articolo 21. Quale libertà di espressione esiste in Italia? Vediamo quanti avranno il coraggio di dare questa notizia e quanti si ricorderanno di avermi offerto un lavoro e della mia risposta: "Fammi questa proposta quando mi avranno licenziato. Per ora, devo combattere"".

3.303 CONDIVISIONI
No Green pass ritornano in piazza e diventano filoputiniani:
No Green pass ritornano in piazza e diventano filoputiniani: "La Russia meglio di Usa e Nato"
Serena Mollicone cittadina onoraria di Fontana Liri, dove è stata trovata morta il 3 giugno 2001
Serena Mollicone cittadina onoraria di Fontana Liri, dove è stata trovata morta il 3 giugno 2001
Schiuma bianca sul lungomare di Ostia dopo le mareggiate di stanotte causate dal maltempo
Schiuma bianca sul lungomare di Ostia dopo le mareggiate di stanotte causate dal maltempo
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni