489 CONDIVISIONI
News sull'incidente a Roma tra Lamborghini e Smart

Incidente Casal Palocco: “Smart trascinata per oltre 21 metri, la Lamborghini non ha frenato”

Segni sulle due auto e mancanza di tracce di frenata sull’asfalto prima dell’impatto si accompagnano a “segni di scarrocciamento” per 21,7 metri. È quanto emerge dai rilievi dei vigili urbani sull’incidente a Casal Palocco del 14 giugno.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Roma Fanpage.it
A cura di Alessia Rabbai
489 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
News sull'incidente a Roma tra Lamborghini e Smart

I rilievi svolti dalla polizia locale di Roma Capitale sull'incidente a Casal Palocco di mercoledì 14 giugno scorso evidenzierebbero come i segni sulle carrozzerie delle due auto e la mancanza di tracce di frenata sull'asfalto prima dell’impatto si accompagnano a “segni di scarrocciamento” per 21,7 metri. Come riporta La Repubblica la Smart ForFour a bordo della quale viaggiavano la mamma, il figlioletto morto e la sorellina dopo lo scontro è stata trascinata per più di 21 metri. Il Suv Lamborghini Urus noleggiato dagli youtuber del canale The Borderline non avrebbe frenato. È la ricostruzione che emerge attraverso gli accertamenti, mentre gli investigatori che indagano sulla vicenda hanno ascoltato una decina di testimoni tra chi ha assistito all'incidente e che hanno reso la loro versione dei fatti.

Il giorno dell'incidente, poco prima dei drammatici fatti che hanno portato alla scomparsa del bambino gli youtuber hanno noleggiato un Suv di lusso, con l'obiettivo di creare dei contenuti per uno dei tanti loro video nei quali si spingono al limite. Si sarebbe dovuto infatti intitolare "Cinquanta ore in Lamborghini" nel quale riprendendosi con delle telecamere, avrebbero dovuto documentare tutto ciò che accadeva nell'abitacolo del Suv, senza mai fermarsi. Alla guida della Lamborghini c'era il ventenne Matteo Di Pietro, ora arrestato e ai domiciliari per omicidio stradale e lesioni trovato positivo ai cannabinoidi. Erano poco prima delle ore 16, il Suv stava percorrendo via di Macchia Saponara quando ha impattato con la Smart. Il giudice delle indagini preliminari è convinto che la Lamborghini viaggiasse a oltre 120 chilometri orari.

Sempre come riporta La Repubblica tra le persone che hanno assistito all'incidente c'è la conducente di una Mercedes nera, che ha raccontato ai vigili urbani come la Lamborghini abbia "trascinato la Smart fin sul marciapiede". Ad assistere all'incidente sono anche degli operai che hanno soccorso la mamma e i due bambini. Ancora da chiarire la questione della precedenza: l'autista del bus Atac che stava transitando lungo quel tratto di strada ha detto di aver visto la freccia inserita della Smart, mentre Gaia, tra i ragazzi che viaggiavano a bordo della Lamborghini ha detto non non ricordarsi se l'avesse azionata oppure no.

489 CONDIVISIONI
Manuel travolto e ucciso a 5 anni: verso il processo per favoreggiamento per gli amici dello Youtuber
Manuel travolto e ucciso a 5 anni: verso il processo per favoreggiamento per gli amici dello Youtuber
Incidente Casal Palocco, legale Di Pietro: "Ha chiesto perdono e si è preso tutta la responsabilità"
Incidente Casal Palocco, legale Di Pietro: "Ha chiesto perdono e si è preso tutta la responsabilità"
Salvini su condanna a Matteo Di Pietro: "Quattro anni di carcere per aver ucciso un bimbo?"
Salvini su condanna a Matteo Di Pietro: "Quattro anni di carcere per aver ucciso un bimbo?"
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni