Durante l'Angelus di questa mattina, Papa Francesco ha voluto ricordare Edwin, il clochard morto per il freddo a pochi metri da piazza San Pietro. "Lo scorso 20 gennaio a pochi metri da piazza San Pietro è stato trovato morto a causa del freddo un senzatetto nigeriano di 46 anni di nome Edwin. La sua vicenda s’aggiunge a quella di tanti altri senzatetto recentemente deceduti a Roma nelle stesse drammatiche circostanze. Preghiamo per Edwin: ci sia di motivo quanto detto da San Gregorio Magno che dinanzi alla morte per freddo di un mendicante affermò che quel giorno non si sarebbero celebrate messe perché era come Venerdì Santo. Pensiamo a Edwin, a cosa sentì quest’uomo, 46 anni, nel freddo, ignorato da tutti, abbandonato anche da noi. Preghiamo per lui".

Edwin, clochard morto a pochi passi da San Pietro

A dare la notizia della morte di Edwin era stata la comunità di Sant'Egidio. Il 46enne è la decima persona morta in strada dall'inizio dell'inverno, un'altra vita vittima delle dure condizioni di vita in strada che forse poteva essere salvata. Le associazioni hanno chiesto diverse volte alla sindaca Virginia Raggi di aprire le stazioni della metropolitana per fornire un ‘riparo' ai senzatetto, ma finora sono rimaste chiuse. "Siamo preoccupati e facciamo appello non solo alle istituzioni ma anche alle persone per aiutarci – ha dichiarato la comunità di Sant'Egidio – Il freddo e il Covid sono una miscela letale per questa povera gente che vive in strada". L'associazione Nonna Roma ha lanciato una petizione per aprire le stazioni ai senzatetto che ha raggiunto le 40mila firme. L'appello è diventato una mozione approvata anche in consiglio comunale, ma finora è rimasta disattesa. Ad aprire i locali per l'emergenza freddo, il circolo Sparwasser al Pigneto, dove ha sede l'associazione di Nonna Roma.