8.011 CONDIVISIONI
20 Ottobre 2021
14:12

Hostess Alitalia protestano al Campidoglio e si spogliano: “Nude, senza lavoro né dignità”

Circa una trentina di hostess Alitalia si sono date appuntamento stamattina in piazza del Campidoglio per un flashmob dal forte significato simbolico. Rimaste senza niente, senza lavoro né prospettive, le lavoratrici hanno deciso di spogliarsi di tutto. Si sono tolte la divisa e in piazza hanno lasciato le scarpe, a testimonianza di una pesante assenza nelle loro vite.
A cura di Luca Ferrero
8.011 CONDIVISIONI

Continuano le proteste del personale Alitalia rimasto a terra dopo la nascita della nuova azienda di stato Ita. Le hostess di Alitalia, la storica compagnia di bandiera ormai scomparsa dai radar, si sono date appuntamento stamattina in piazza del Campidoglio. Nelle proteste degli ultimi mesi hanno sempre marciato con addosso l'inconfondibile divisa blu e ai piedi le scarpe indossate durante il servizio a bordo degli aerei col baffo tricolore. Per protestare contro il piano industriale di Ita, hanno sventolato i fazzoletti che portavano al collo, gridando slogan contro il governo e contro la dirigenza dell'azienda di stato. Oggi si sono spogliate di tutto. Una trentina, in tutto, si sono radunate in piazza e hanno dato inizio al flashmob. Disposte in ordine geometrico, si sono tolte la divisa: un gesto simbolico forte da parte delle lavoratrici che, con la nascita di Ita, hanno perso tutto. Le hostess hanno poi lasciato sulla piazza le loro scarpe. Un richiamo forte e diretto agli Zapatos Rojos di Elina Chauvet, che ha appoggiato la protesta delle donne di Alitalia. Le scarpe rosse contro i femminicidi sono oggi diventate quelle blu delle hostess e testimoniano un'assenza. Assenza di lavoro, di dignità e di diritti.

"Il 15 ottobre, insieme alla divisa, ci hanno tolto la vita"

Cristina Poggesi, assistente di volo Alitalia dal 1997, si fa portavoce delle hostess in piazza e spiega il significato del gesto: "Oggi rappresentiamo al mondo il dolore e la violenza psicologica che stiamo subendo. È un anno che noi mamme Alitalia non dormiamo. Il 15 ottobre ci hanno tolto la vita, ci hanno tolto la pelle. E, oggi, toglierci la divisa significa proprio questo. Ci hanno tolto tutto. Per noi la divisa è qualcosa che ci rappresenta nel mondo e che abbiamo sempre indossato la divisa con grande orgoglio. Ce l'hanno tolta, ci hanno tolto la vita". La richiesta delle lavoratrici è chiara: lavoro, diritti e dignità.

Flashmob dopo le proteste a Fiumicino di venerdì scorso

Lo scorso 15 ottobre la storica compagnia di bandiera ha cessato di esistere: circa 8000 gli esuberi. Migliaia, quindi, le famiglie rimaste senza prospettive né sicurezze. Dal personale di bordo, ai piloti, passando per handling e manutenzione. Il flashmob di oggi arriva dopo le forti proteste di venerdì scorso al Terminal 1 di Fiumicino. In occasione del primo volo della nuova compagnia Ita, tutti i sindacati erano scesi in piazza per protestare a fianco dei lavoratori e delle lavoratrici di Alitalia.

 
8.011 CONDIVISIONI
Positivo al Covid-19 viene sorpreso a passeggiare in strada: denunciato
Positivo al Covid-19 viene sorpreso a passeggiare in strada: denunciato
Mobile cade da un balcone a Torre Angela e ferisce un bimbo di 7 anni: soccorso in codice rosso
Mobile cade da un balcone a Torre Angela e ferisce un bimbo di 7 anni: soccorso in codice rosso
Matteo Berrettini, Il tennista romano cresciuto al Circolo Aniene alla conquista delle Atp Finals
Matteo Berrettini, Il tennista romano cresciuto al Circolo Aniene alla conquista delle Atp Finals
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni