15 Ottobre 2021
13:45

Non si spegne la rabbia degli ex lavoratori Alitalia: proteste a Fiumicino contro gli 8000 esuberi

Da oggi Alitalia non esiste più: è decollato il primo volo di Ita e a Fiumicino continua la protesta degli ormai ex lavoratori (circa 8.000 in tutto) che. non sono stati riassorbiti dalla nuova compagnia. Una catastrofe occupazionale che per i sindacati ancora non ha trovato nessuna risposta adeguata da parte del Governo.
A cura di Luca Ferrero

Alitalia non esiste più. Oggi è decollato il primo volo della nuova compagnia ITA. Alle 10.00, circa trecento persone si sono radunate per protesta davanti al Terminal 1 dell’Aeroporto di Fiumicino. In piazza tutti i sindacati confederali, alcune organizzazioni di base, UGL e il comitato indipendente “Tutti a bordo”. Cori contro il governo e contro il nuovo piano industriale. Qualche lacrima e tanta rabbia.

I lavoratori hanno contestato gli oltre 8000 esuberi seguiti alla ristrutturazione impugnata dal MEF. Denunciato anche il sistema con il quale ITA ha assunto i suoi nuovi dipendenti. Critiche, inoltre, sull’assenza di un contratto nazionale di lavoro per chi è stato assunto. Per chi resta a terra, nessuna sicurezza sulle riassunzioni e sulla cassa integrazione. Fin qui le ragioni, note, della protesta che non si spegne. Presente anche il deputato di Liberi e Uguali Stefano Fassina: “Oggi non è un funerale, la battaglia continua e sarà un esempio per tutti i lavoratori”.

Cgil, Cisl, Uil e Ugl hanno concordato con le forze dell’ordine un corteo interno, mentre i sindacati di base Usb e Cub sono rimasti davanti alle porte sbarrate del Terminal 1, rivendicando “il diritto di entrare in quello che fino a ieri era i nostro luogo di lavoro”. Il reparto celere della polizia ha quindi sbarrato con una camionetta e con diversi agenti le due porte d’ingresso al terminal. Sono seguiti momenti di tensione: con interventi e slogan urlati dai manifestanti faccia a faccia con i poliziotti. I manifestanti hanno inoltrato una richiesta per poter occupare pacificamente la hall del terminal semideserta. Ma, al momento, è stallo. Il presidio continuerà fino alle 18 di questo pomeriggio.

Le storie dei lavoratori Alitalia rimasti senza lavoro: "Rabbia e amarezza, protestare non è servito"
Le storie dei lavoratori Alitalia rimasti senza lavoro: "Rabbia e amarezza, protestare non è servito"
581.500 di Simona Berterame
"Mail la sera dell'ultimo giorno, ci hanno umiliato": i lavoratori Alitalia tra dolore e riscatto
"Mail la sera dell'ultimo giorno, ci hanno umiliato": i lavoratori Alitalia tra dolore e riscatto
Protesta dei lavoratori Giraservice in piazza Matteotti: "Nessuno ci ascolta"
Protesta dei lavoratori Giraservice in piazza Matteotti: "Nessuno ci ascolta"
Il corteo contro la violenza sulle donne: la marea femminista invade Roma
Il corteo contro la violenza sulle donne: la marea femminista invade Roma
Migliaia di chiavi in aria: "L'assassino è dentro casa"
roma
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni