Luigi Ottavio (Foto Facebook)
in foto: Luigi Ottavio (Foto Facebook)

Lutto a Genzano per la morte di Luigi Ottavio, sessantadue anni, medico di base. L'uomo, molto conosciuto in città, dove riceveva i suoi pazienti nello studio in via XXV Aprile, è stato trovato senza vita all'interno della sua abitazione in località Galloro, nel Comune di Ariccia, nel territorio dei Castelli Romani, dove viveva con la sua famiglia. I drammatici fatti risalgono alla mattinata di ieri, mercoledì 21 ottobre. A trovare il corpo del dottor Ottavio sarebbe stato uno dei suoi due figli, intorno alle ore 11.30. Purtroppo inutile l'intervento dei soccorsi e ogni tentativo di rianimarlo, non c'è stato nulla da fare se non constatarne il decesso. Luigi era originario della Basilicata, da trent'anni a Genzano, era figlio a sua volta di un medico, Nicola, al quale la giunta Ercolani ha intitolato nel 2011 un largo lungo via San Carlino. Come suo padre, anche Luigi era molto stimato e amato, un professionista rigoroso e puntuale e una persona dalla grande umanità, che si prendeva cura dei suoi pazienti con empatia e grande senso del dovere.

Il dottor Luigi Ottavio soffriva di depressione

Da quanto si apprende a cogliere Luigi Ottavio sarebbe stata una profonda forma di depressione di cui soffriva da tempo, che lo avrebbe portato a compiere il gesto estremo. Presenti sul posto i carabinieri della locale stazione, che hanno svolto gli accertamenti necessari al caso e ascoltato i famigliari. La salma è stata poi trasferita all'istituto di Medicina Legale di Tor Vergata, dove si trova a disposizione dell'Autorità Giudiziaria, che deciderà se autorizzarne l'autopsia. La comunità, profondamente scossa dalla tragica scomparsa, si è stretta intorno al dolore della famiglia, della moglie e dei figli, in attesa che vengano celebrati i funerali. Anche l'amministrazione comunale ha espresso il proprio cordoglio ai suoi cari. Tantissimi i messaggi di affetto da parte di parenti, pazienti, amici e colleghi, che lo ricordano come una persona sempre disponibile e pronta ad aiutare il prossimo.