173 CONDIVISIONI
2 Dicembre 2022
8:10

Incidente Ciao Darwin, l’avvocata di Gabriele Marchetti: “Per noi nessuna sorpresa”

Gabriele Marchetti rimasto paralizzato per incidente a Ciao Darwin. Assolti i 4 imputati: “Per il giudice non c’è aggravante di violazione delle norme sul lavoro”.
A cura di Beatrice Tominic
173 CONDIVISIONI
Gabriele Marchetti tetraplegico dopo l’incidente a Ciao Darwin nel gioco dei rulli
Gabriele Marchetti tetraplegico dopo l’incidente a Ciao Darwin nel gioco dei rulli

Sono stati assolti i quattro imputati accusati di lesioni gravissime nel processo per il ferimento di Gabriele Marchetti, rimasto paralizzato nell'aprile del 2019. All'epoca 54enne, partecipando a Ciao Darwin ha avuto un incidente mentre si trovava sul gioco del Genodrome: è scivolato dai rulli, ha perso l'equilibrio e ha sbattuto violentemente la testa. Da quel momento è rimasto tetraplegico. Nel processo non si è costituito parte civile: "Ha ritirato la querela qualche tempo fa – ha dichiarato a Fanpage.it la legale di Marchetti, l'avvocata Federica Magnanti – Le aziende responsabili lo hanno risarcito, già da qualche mese".

Nessuna sorpresa quando i quattro imputati sono stati assolti completamente dal giudice perché il fatto non sussiste: "Eravamo consapevoli che potesse succedere. Ed è successo – ha continuato a spiegare – Non c'è niente di nuovo nell'esito del processo, eravamo preparati: anche nel corso dell'intervista rilasciata a Fanpage.it, il mio assistito ha dimostrato di non avere alcun rancore né l'intenzione di voler perseguire queste persone: alla fine sono solo i rappresentanti delle società coinvolte".

Perché i quattro imputati sono stati assolti

I quattro imputato coinvolti nell'incidente a Ciao Darwin, come ha precisato l'avvocata, sono rappresentanti delle società che si occupavano del programma. Due degli imputati sono di Rti spa, azienda di Mediaset; una di Maxima, la società che produce l'attrezzatura utilizzata e l'ultima della Sdl 2005, incaricata della selezione della formazione e delle informazioni dei concorrenti. La loro accusa era di lesioni colpose gravissime, aggravate dal fatto di essere state commesse con violazione della normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, come suggerito dalla pm. "Evidentemente, però, il magistrato ha ritenuto che non fosse così", ha poi aggiunto l'avvocata.

L'assoluzione

Il giudice, infatti, ha assolto tutti e quattro gli imputati "perché il fatto non sussiste", non prendendo in considerazione l'ipotesi della normativa sul lavoro, ma accogliendo la tesi della difesa. Secondo quanto da loro presentato, non si trattava di un dipendente nel suo luogo di lavoro, ma di una attività ricreativa. "Con l'aggravante, si poteva procedere d'ufficio, ma senza è venuta meno anche l'accusa. Il mio assistito ha ritirato la querela ed è stato raggiunto un accordo risarcitorio".

L'incidente a Ciao Darwin di Gabriele Marchetti

Marchetti stava partecipando ad uno dei giochi più famosi del programma televisivo di Canale Cinque, quando è caduto dai rulli e ha sbattuto violentemente la testa: da quel momento è rimasto tetraplegico. "Mi è cambiata la vita da un giorno all'altro – ha raccontato Marchetti a Fanpage.it. – Non riesco a fare più niente autonomamente, adesso trascorro le mie giornate per passare le ore, non posso fare più niente, neanche bere un bicchiere d'acqua da solo".

173 CONDIVISIONI
Spaccio al Tufello: padre e figlio consegnavano cocaina a domicilio, anche in ospedale
Spaccio al Tufello: padre e figlio consegnavano cocaina a domicilio, anche in ospedale
Chi è Martina Scialdone, la donna uccisa dall'ex al Tuscolano: aveva 35 anni ed era un'avvocata
Chi è Martina Scialdone, la donna uccisa dall'ex al Tuscolano: aveva 35 anni ed era un'avvocata
Muore a 19 anni durante una festa in piscina: forse poco illuminata o il bagnino è intervenuto tardi
Muore a 19 anni durante una festa in piscina: forse poco illuminata o il bagnino è intervenuto tardi
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni