Elezioni comunali Roma 2021
3 Ottobre 2021
7:35

Elezioni Roma, gli orari di apertura e chiusura dei seggi nei due giorni del voto

Oggi 3 ottobre e domani 4 ottobre si vota a Roma per l’elezione del sindaco, dei presidenti delle Municipalità e delle assemblee cittadine. Ecco quali sono gli orari di apertura e di chiusura dei seggi elettorali per votare alle comunali.
A cura di Enrico Tata
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezioni comunali Roma 2021

Si vota oggi 3 ottobre e domani 4 ottobre per le elezioni comunali a Roma, per eleggere il sindaco della città, i presidenti delle Municipalità e le assemblee cittadine. L'eventuale turno di ballottaggio è previsto il 17 e 18 ottobre qualora nessun candidato sindaco ottenga la maggioranza dei voti al primo turno. Vediamo nel dettaglio gli orari in cui è possibile votare oggi e domani per le amministrative a Roma.

L'orario di apertura e chiusura dei seggi per le elezioni a Roma

I seggi resteranno aperti nella giornata di domenica 3 ottobre 2021, dalle ore 7 alle ore 23, e nella giornata di lunedì 4 ottobre, dalle ore 7 alle ore 15. Anche in caso di ballottaggio, i seggi resteranno aperti con gli stessi orari: dalle 7 alle 23 domenica 17 ottobre e dalle 7 alle 15 lunedì 18 ottobre.

Se all'ora di chiusura dei seggi, sia domenica che lunedì, saranno presenti nella sala del seggio elettori che non hanno votato, il presidente ha il compito di farne prendere nota dal segretario e deve ammetterli a votare nell'ordine in cui i loro nomi vengono annotati. Se fuori dal seggio c'è ancora una fila di elettori in attesa di votare, il presidente può chiedere alla polizia di regolare l'ordinato afflusso all'interno del seggio per garantire il diritto di voto. Dopo che anche questi ultimi elettori hanno espresso il loro voto, il presidente sospende le operazioni di votazione.

Chi può votare il 3 e 4 ottobre a Roma

Possono votare tutti gli iscritti alle liste elettorali di Roma Capitale che abbiano compiuto l'età di 18 anni entro domenica 3 ottobre. Per accedere al seggio è necessario un documento di riconoscimento (patente, carta di identità, passaporto o tesserino di un ordine professionale con foto di riconoscimento) e la tessera elettorale. Su di essa è indicato l'indirizzo della propria sezione elettorale e il numero del seggio in cui si deve votare. Per chi non ha la tessera elettorale oppure è in possesso di una non aggiornata o con spazi esauriti, ecco come richiederla.

A Roma verranno consegnate due o tre schede (saranno tre i in quei quartieri dove è previsto anche il voto per le elezioni suppletive per la Camera dei Deputati). La scheda per l'elezione del sindaco e dei consiglieri capitolini sarà di colore azzurro e quella per la scelta dei presidenti di municipio e dei consiglieri municipali sarà di colore grigio. Per votare il candidato sindaco, si può barrare il nome del sindaco oppure il simbolo di una delle liste a suo sostegno. Si possono esprimere due preferenze per quanto riguarda la scelta dei consiglieri capitolini, ma rispettando la parità di genere: una femmina e un maschio, o viceversa. Si può esprimere anche il voto disgiunto, cioè votare un candidato sindaco, ma esprimere la preferenza per due candidati consiglieri appartenenti a una lista non collegata a quel candidato. In questo caso il voto andrà sia al candidato sindaco che ai due candidati consiglieri e alla loro lista.

390 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni