"Ho deciso di ricandidarmi a sindaco di Roma". È l'annuncio della sindaca Virginia Raggi, in video conferenza rivolgendosi alla maggioranza grillina in Campidoglio. "Non ci sto ad apparecchiare la tavola per far mangiare quelli di prima" spiega la prima cittadina. Il Movimento Cinque Stelle ha accolto con entusiasmo la sua decisione, che era già nell'aria da tempo. "Sono convinta che dobbiamo andare avanti, ha detto Raggi, le sue parole sono verità" scrive su Facebook il consigliere M5S del Comune di Roma, Paolo Ferrara. La notizia era già stata anticipata da ‘Il Foglio'. "Non ci sto ad apparecchiare la tavola per far mangiare quelli di prima. Sono convinta che dobbiamo andare avanti".

Raggi: "Non apparecchio la tavola per far mangiare quelli di prima"

La sindaca ha fatto il suo annuncio ai consiglieri in video conferenza, spiegando di averne parlato "con la sua famiglia e con i vertici del Movimento". A sostenerla il ministro degli Esteri grillino Luigi di Maio e, tra gli altri, Beppe Grillo e Alessandro Di Battista. Una candidatura che tanti romani si aspettavano e che arriva prima dei candidati di centrodestra e centrosinistra che nel 2021 si contenderanno il Campidoglio. Il prossimo step vedrà esprimersi gli elettori grillini sulla piattaforma Rousseau.

Il Movimento Cinque Stelle sostiene la candidatura di Raggi

Appresa la notizia della sua ricandidatura, gli esponenti del Movimento Cinque Stelle hanno espresso la loro vicinanza a Virginia Raggi, sostenendola nella sua scelta politica, con messaggi pubblicati sui social network."Una scelta come questa significa soprattutto spirito di sacrificio e amore totale per Roma – scrive su Facebook Massimo Bugani, capostaff della sindaca – Candidarsi con la consapevolezza di quanto sia complesso governare la Capitale, candidarsi con le infinite cicatrici sul corpo derivanti da questi anni di mandato, è roba da donna di acciaio inossidabile". "I giochi di palazzo e le alchimie vecchia maniera non ci appartengono e mai ci apparterranno, siamo determinati a proseguire nel nostro percorso lineare, distante anni luce da qualsiasi portatore di interesse – scrive su Facebook l'assessore capitolino al Personale, Antonio De Santis – La prima fase è stata dedicata al risanamento e alla rimessa in moto della macchina. Ora puntiamo ad accelerare con forza: avere le mani libere, sempre, è un valore aggiunto senza eguali".