Covid 19
19 Maggio 2022
15:38

Dopo la pandemia ricchi sempre più ricchi e poveri sempre più poveri: lo dicono i dati

Secondo una ricerca pubblicata ‘Mappa Roma – Le mappe della disuguaglianza’, l’incremento più alto di reddito lo ha avuto il quartiere dei Parioli, mentre il VI municipio (Tor Bella Monaca e Ponte di Nona) è quello dove si fotografa la situazione peggiore.
A cura di Natascia Grbic
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Redditi aumentati dopo la pandemia fino a 464 euro nelle zone più ricche della città, mentre in quelle periferiche dove la condizione sociale  è già drammatica sono diminuiti fino a 84 euro. Questa la condizione fotografata nella capitale da ‘Mappa Roma – Le mappe della disuguaglianza‘. Dopo la pandemia i redditi delle persone ricche sono diventati più alti, quelli delle persone povere più bassi. Roma è una delle città che meglio ha assorbito la crisi economica. Nonostante questo, è seconda in Italia sul fronte della concentrazione del reddito. Vuol dire che nella capitale le disuguaglianze sono molto marcate e ben visibili.

Fonte: Mappa Roma
Fonte: Mappa Roma

Le condizioni di disagio maggiore si registrano nel quadrante est della città e riguardano soprattutto IV, V e VI municipio, oltre alla zona di Ostia nel X municipio. La pandemia ha invece rafforzato lo status sociale dei ricchi residenti del I e del II municipio: portabandiera Parioli con un reddito annuo medio di 69mila euro, e Quirinale – Spagna – XX settembre con 65mila. Il centro storico in generale ha aumentato il suo reddito di ben 1900 euro, anche se alcune zone ne hanno persi altrettanti per il calo del turismo. "A Roma ancora una volta i redditi confermano e rafforzano il quadro delle disuguaglianze di salute, istruzione, occupazione e opportunità esistenti tra centro e periferie", scrive Mappa Roma nel testo di presentazione del suo report.

Fonte: Mappa Roma
Fonte: Mappa Roma

A Roma in generale il reddito medio è di 27.500 euro annuo. Un numero più alto della media nazionale che si attesta sui 21.570, -1,1% rispetto all'anno precedente. Tutte le zone dove il reddito ha avuto un incremento in seguito alla pandemia sono quelle che appartengono alla parte più ricca storicamente della città. Quello più basso in assoluto è invece registrato nel VI municipio, che comprende che le zone di Tor Bella Monaca e Ponte di Nona. Qui il reddito è di circa 18.500 euro all'anno. Seguono Centocelle, Quarticciolo, Alessandrino con 20mila euro, Acilia nord, Dragona, Torrespaccata, Torre Maura con 20.500 euro.

31288 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni