Giovedì 20 maggio aprirà la piattaforma per effettuare le prime prenotazioni del vaccino anti Covid nelle farmacie di Roma e del Lazio. Lo ha annunciato la Regione Lazio e lo ha confermato Federfarma Roma a Fanpage.it. I vaccini arriveranno circa 4 giorni dopo, quindi la partenza ufficiale delle somministrazioni è prevista per lunedì 24 maggio. Arriveranno circa 100 vaccini a settimana per ogni farmacia che aderirà alla campagna vaccinale e per il momento sono circa 1200. Verrà consegnato il vaccino monodose Johnson&Johnson. Ogni cittadino potrà entrare sul sito di prenotazione della Regione Lazio e potrà scegliere, tramite una mappa in cui già sono indicati gli hub e i centri vaccinali, la farmacia di suo gradimento. "A tutti gli effetti l'accordo tra il ministero della Salute e Federfarma prevede che il vaccino possa essere inoculato direttamente dal farmacista. Quest'ultimo, quindi, effettuerà in autonomia la vaccinazione e non sarà necessaria la presenza di un medico", ha spiegato a Fanpage.it Alfredo Procaccini, vicepresidente di Federfarma e di Federfarma Roma.

Federfarma: "Alta probabilità che prenotazioni vengano aperte senza fascia d'età"

Il vaccino che verrà somministrato, come detto, sarà quello di Johnson&Johnson che per il momento, però, è raccomandato alla popolazione con età superiore a 60 anni. Questo a causa della correlazione tra l'utilizzo del farmaco e alcuni rarissimi casi di trombosi cerebrale che si sono verificati soprattutto in persone di sesso femminile con meno di 60 anni. "Vorrei ringraziare la Regione Lazio per la fiducia che ci ha dato e l'opportunità di vaccinare tutti i cittadini. Proprio perché la Regione Lazio ha vaccinato già quasi tutte le fasce d'età protette, è evidente che alle farmacie rimarranno tutte le altre fasce d'età, quindi è ovvio che ci sarà necessità di un vaccino somministrabile dai 18 anni in su. Terminate le fasce fragili, rimangono necessariamente tutte le altre fasce, quindi è ovvio che ci daranno un vaccino somministrabile a tutti. Se ci sarà un cambiamento rispetto alla raccomandazione di Johnson&Johnson agli over 60 non lo sappiamo, aspettiamo le risoluzioni dell'Aifa, che ci daranno indicazioni", ha spiegato Procaccini, che poi ha aggiunto: "C'è un'alta probabilità che noi nelle farmacie vaccineremo tutte le fasce d'età restanti. A tutt'oggi non abbiamo certezze, ma l'apertura per fasce d'età biennali è stata fatta per favorire la prenotazione dei pazienti anziani. Quando toccherà a noi, questa problematica non ci sarà e quindi c'è un'alta probabilità che le vaccinazioni vengano aperte a tutte le fasce d'età senza limitazioni. Ormai saranno vaccinati tutti gli over 60, quindi probabilmente vaccineremo tutti fin da subito".

Obiettivo 20mila dosi somministrate ogni giorno

Come detto, le farmacie che hanno accettato la possibilità di entrare a far parte della campagna vaccinale sono oltre 1200 e l'obiettivo è di contribuire a pieno regime con oltre 20mila dosi somministrate al giorno. "Quasi tutti i farmacisti hanno completato il corso dell'Istituto Superiore di Sanità dedicato proprio alla vaccinazione nelle farmacie. Effettueremo poi alcune sessioni pratiche, che poi verranno validate dal medico che ci seguirà, e quindi il 24 maggio saremo pronti. Le farmacie hanno dato già prova di essere al passo con i servizi al cittadino, faccio l'esempio dei tamponi rapidi, e quindi siamo tranquilli e sereni che tutto funzionerà per il meglio e non ci saranno problemi".