(La Presse)
in foto: (La Presse)

Sale ancora il numero di pazienti positivi al coronavirus che sono ricoverati all'Istituto nazionale di Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani. Nel bollettino rilasciato dall'ospedale oggi, 28 settembre, si riporta che sono 139 le persone positive al tampone per la ricerca Sars-CoV-2, un aumento di 8 unità rispetto ai 131 registrati il giorno prima. Rimangono anche oggi stabili le terapie intensive, con 14 persone in condizioni più gravi che necessitano di respirazione artificiale. Sono invece 738, quattro in più rispetto alle scorse 24 ore, i pazienti asintomatici o con sintomi lievi dimessi dalla struttura ospedaliera.

Riattivati ospedali Covid e quarantena di 10 giorni

Nel Lazio i nuovi positivi sono da giorni fissi attorno ai 200 casi quotidiani, motivo che ha spinto la Regione a decidere misure per contrastare la diffusione del coronavirus. Potenziamento della rete ospedaliera con riapertura dei Covid-center, test rapidi nelle scuole e obbligo di mascherina all'aperto in caso di peggioramento della situazione sono alcuni dei provvedimenti decisi per fronteggiare l'emergenza. In aggiunta, l'obbligo di quarantena viene ridotto a 10 giorni, misura voluta per alleggerire il carico di lavoro a cui sono sottoposte le Asl, i drive-in e i laboratori.

Ieri nel Lazio 181 casi e un decesso

Nella giornata del 27 settembre il Lazio ha registrato 181 nuovi casi di coronavirus, 79 dei quali solo a Roma, e un decesso. Numeri in diminuzione rispetto ai dati del giorno prima, ma che confermano nella regione un trend che non va sottovalutato, come evidenzia anche l'assessore alla Sanità del Lazio, Alessio D'Amato: "I dati di questi giorni ci dicono che dobbiamo mantenere alta l’attenzione".