"Presenza di blatte, attrezzature non funzionanti o in cattive condizioni igieniche, aerazione non sufficiente, frigoriferi con guarnizioni rotte o sporche": queste le mancanze e le irregolarità riscontrate dagli agenti del commissariato Colombo all'interno di un noto panificio/ locale per aperitivi in via Ostiense a Roma, famosissimo tra i ragazzi della Capitale. I poliziotti hanno controllato l'attività nella serata di mercoledì e il provvedimento, la sospensione temporanea dell'attività, è stata emessa in seguito al riscontro di molte irregolarità o mancanze a livello igienico sanitario. Il locale potrà riaprire, dopo accurata verifica, quando avrà risolto i problemi contestati. All'operazione ha collaborato anche il personale del Servizio igiene alimenti nutrizione della Asl Roma 2.

A Prati ristorante chiuso per 7 giorni: aggressioni nei confronti dei commercianti vicini

In via Vespasiano, quartiere Prati di Roma, un ristorante è stato chiuso per sette giorni. Negli ultimi mesi, hanno ricostruito gli agenti del commissariato Prati, un dipendente e parente del proprietario, avrebbe aggredito più volte i negozianti del vicinato. L'episodio più grave, riportano i poliziotti, ha riguardato addirittura la vera e propria devastazione di un minimarket gestito da un bengalese. Il fatto è accaduto nel corso della serata dell'11 agosto e il responsabile è stato arrestato e accompagnato agli uffici di polizia. È accusato di aver preso a sprangate il gestore del market e, in seguito, anche di aver insultato gli agenti intervenuti sul posto. Due giorni prima aveva invece partecipato a una rissa scoppiata fuori dal locale dove lavorava.