247 CONDIVISIONI

Castiglione in Teverina, cosa fare e vedere nella piccola Capitale del vino tra Lazio e Umbria

Nella Tuscia viterbese, tra il Lago di Bolsena e l’Umbria sorge Castiglione in Teverina, anche detta la piccola Capitale del vino, per il suo museo tra i più grandi e all’avanguardia d’Europa e le feste dedicate a questo prodotto DOC e IGT. Ecco tutte le informazioni su cosa vedere e cosa visitare nei dintorni.
A cura di Alessia Rabbai
247 CONDIVISIONI

Al confine tra Lazio ed Umbria Castiglione in Teverina è incastonato nella Valle del Tevere, nel territorio della Tuscia viterbese. Un borgo dal quale si può ammirare un paesaggio meraviglioso tra filari di viti e distese di ulivi, a pochi chilometri dall'Oasi WWF del Lago di Alviano, dal lago di Corbara con il fiume Tevere, dal quale l'abitato prende il nome. A 228 metri d'altezza, sorge su una collina tufacea, con la fondazione del centro abitato che risale intorno all'anno mille, che si è sviluppato intorno alla rocca. È proprio in questo luogo che si trasferirono gli abitanti di Paterno. Da visitare Rocca dei Monaldeschi degli inizi del XIV, la chiesa della Madonna della Neve e la parrocchiale dei Santi Filippo e Giacomo, dov'è custodito un crocifisso del Quattrocento e il parco faunistico di Valle dei Laghi in località Cerreto. Castiglione in Teverina è inoltre uno dei centri vitivinicoli più importanti del Lazio, dove vengono prodotti vini DOC e IGT.

Il Museo del Vino a Castiglione in Teverina

Castiglione in Teverina è una piccola Capitale del vino con il Muvis, il Museo del Vino e delle Scienze Agroalimentari, tra i più grandi e all'avanguardia in Europa. La sede occupa le cantine del conte Romolo Vaselli, al suo interno è spiegata la storia della viticoltura, una tradizione che affonda le radici nella storia fino al tempo degli Etruschi, che popolavano queste zone. Il borgo ospita ricorrenze legate al vino, come la Festa del Vino dei colli del Tevere, la Festa della Trebbiatura e la Festa di San Martino Funghi e Vino, un occasione per il visitatore di poter degustare i prodotti tipici dei quali il territorio è ricco.

Cosa vedere vicino a Castiglione in Teverina

Civita di Bagnoregio: tra i borghi più belli d'Italia, soprannominato ‘la città che muore' è una frazione di soli 11 abitanti del comune di Bagnoregio e si erge nel bel mezzo della valle dei calanchi, accessibile da un ponte. È una meta turistica che attrae visitatori da ogni parte del mondo, proprio per la sua unicità. Dal 2013 l'accesso al borgo è diventato a pagamento, al costo di 5 euro a persona.

Il Sacro Bosco di Bomarzo: il famoso parco con numerose sculture in basalto del XVI secolo di animali mitologici, divinità e mostri. L'ingresso è a pagamento, il biglietto intero costa 11 euro, il ridotto per i bambini da 4 a 13 anni 8 euro. Il Parco è aperto tutti i giorni dell'anno con orario continuato dalle ore 9 alle 17 a novembre, dicembre, gennaio e febbraio, dalle ore 9 alle 19 da marzo a settembre, ad ottobre dalle 9 alle 18.

Il Lago di Bolsena: il più grande bacino lacustre di origine vulcanica d'Europa, con diversi centri abitati che sorgono alle sue pendici e spiagge molto belle. A Bolsena da visitare la Basilica di Santa Cristina, Rocca Monaldeschi della Cervara, il Museo territoriale del lago di Bolsena, la chiesa di San Francesco e i cinquecenteschi palazzi ‘del Drago' e ‘Cozza Caposavi'. Gli altri borghi sono Marta e Capodimonte.

247 CONDIVISIONI
Previsioni meteo Roma e Lazio oggi 28 luglio: caldo e tanta afa, la Capitale ancora da bollino rosso
Previsioni meteo Roma e Lazio oggi 28 luglio: caldo e tanta afa, la Capitale ancora da bollino rosso
Previsioni meteo Roma e Lazio oggi 10 agosto: nella Capitale possibili piogge in serata
Previsioni meteo Roma e Lazio oggi 10 agosto: nella Capitale possibili piogge in serata
Cosa fare a Ferragosto 2022 a Roma: 5 eventi da non perdere il weekend del 15 agosto
Cosa fare a Ferragosto 2022 a Roma: 5 eventi da non perdere il weekend del 15 agosto
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni