638 CONDIVISIONI
16 Giugno 2021
18:56

Cosa vedere e come raggiungere i borghi più belli sulle rive del lago di Bolsena

Nell’Alta Tuscia viterbese sorge il lago di Bolsena, il più grande bacino lacustre di origine vulcanica presente in Europa, nonché il quinto lago per estensione d’Italia. Sulle sue rive e sulle pendici dei Monti Vulsini, sorgono diversi centri abitati, importanti mete turistiche per il loro patrimonio culturale e naturalistico.
A cura di Paola Palazzo
638 CONDIVISIONI

Situato nell'Alta Tuscia viterbese, a nord della provincia di Viterbo, il lago di Bolsena è il più grande bacino lacustre di origine vulcanica presente in Europa, nonché il quinto lago per estensione d'Italia. Secondo quanto ricostruito dagli storici, il lago si è formato più di 300 mila anni fa a seguito di alcuni fenomeni di vulcanismo che si sono verificati nell'apparato vulcanico Vulsinio. Esplosioni potentissime svuotarono completamente il sottosuolo da magma, gas e altri materiali solidi, causando di conseguenza il crollo del terreno. Nacque così una grande area circolare, che oggi è occupata dal lago di Bolsena. Successive eruzioni subacquee portarono alla formazione delll'isola Bisentina e l'isola Martana. Sulle rive del lago e sulle pendici dei Monti Vulsini, sorgono diversi centri abitati, tra cui Bolsena, che ha dato il nome al lago. Questi piccoli borghi sono diventati importanti mete turistiche per il loro patrimonio culturale e naturalistico. Inoltre, grazie alla ricchezza di pesci che popolano le sue acque, il lago di Bolsena è continuamente solcato dalle tradizionali barche dei pescatori locali, chiamate ‘bbarke'.

Cosa vedere a Bolsena

Il comune di Bolsena si estende sulla sponda settentrionale del lago che porta il suo nome. È chiamata anche ‘La città del miracolo ecauristico', a seguito di un episodio che la tradizione fa risalire al 1263: durante una messa nella Basilica di Santa Cristina, al momento della consacrazione l'ostia iniziò a sanguinare. Da questo episodio venne istituita la solennità del Corpus Domini, come festa di precetto e fu estesa a tutta la Chiesa. Oltre alla Basilica sopra citata, con la relativa cappella sede del miracolo, le altre principali attrazioni storico-culturali del borgo sono la Rocca Monaldeschi della Cervara, situata nel quartiere Castello (il più antico di tutta la Tuscia) e che ospita il Museo territoriale del lago di Bolsena, la chiesa di San Francesco e i cinquecenteschi palazzi ‘del Drago' e ‘Cozza Caposavi'.

Rocca Monaldeschi della Cervara
Rocca Monaldeschi della Cervara

I borghi più belli sul lago di Bolsena

Marta: borgo situato a sud-est del lago di Bolsena sulle pendici del Monte Marta, ai cui piedi si trova il Santuario della Madonna del Monte. Il centro abitato è circondato da un'ampia area boschiva ricca di specie animali e vegetali. Il Comune comprende anche l'isola Martana, che sorge sul lago di Bolsena e non è visitabile poiché di proprietà di una società viterbese. Tappa da non perdere se si va a visitare Marta, è il belvedere offerto dalla Torre dell'Orologio che affaccia sul lago.

Marta (VT)
Marta (VT)

Capodimonte: Con soli 1683 abitanti, questo piccolo borgo si estende lungo la costa orientale e meridionale del lago di Bolsena. Nel punto più alto del paese si erge la Rocca Farnese, da cui è possibile ammirare le acque del lago. Fanno parte del territorio di Capodimonte, il promontorio su cui sorgeva l'antica città di Bisenzo e la vicina isola Bisentina, che ha preso il suo nome. La principale attrazione turistica di Capodimonte è rappresentata dalla sua lunga spiaggia di sabbia vulcanica, affiancata dai caratteristici giardinetti all'italiana.

Capodimonte (VT)
Capodimonte (VT)

Le spiagge più belle

Come tutti i grandi laghi, anche quello di Bolsena offre diversi stabilimenti balneari e punti di ristoro dove i turisti possono rifocillarsi dopo lunghe passeggiate e rilassarsi nelle acque cristalline. Ecco di seguito alcune delle spiagge più note:

Le spiagge di Marta: situate nell'omonimo Comune, sono spiagge libere e alcune zone sono accessibili anche ai cani.

Riva Verde e La Spiaggetta: entrambe fanno parte del territorio di Bolsena e dispongono di sdraio, lettini e ombrelloni, oltre che di bar e ristorante. Per gli appassionati di canoa e pedalò e disponibile un servizio a noleggio.

La spiaggia di Capodimonte: situata su viale Regina Margherita e affiancata dai giardinetti all'italiana, è fornita di ristoranti, bar e sdraio.

Camping Vallegara: situato sulla riva occidentale del lago di Bolsena, è ideale per chi ama essere immerso totalmente nella natura. Il campeggio è fornito di tutti i servizi primari e sono ammessi i cani.

Sulle sponde del lago ci sono altri stabilimenti balneari che fanno parte dei Comuni di Gradoli e San Lorenzo Nuovo.

I borghi nei dintorni

Civita di Bagnoregio: insignita tra i borghi più belli d'Italia, è una frazione di soli 11 abitanti del comune di Bagnoregio. Si trova su un cocuzzolo nel bel mezzo della valle dei calanchi a circa 20 chilometri dal lago di Bolsena. C'è un solo modo per poter raggiungere questo borgo medievale: a piedi e tramite un ponte in cemento armato risalente al 1965. Il borgo è soprannominato ‘La città che muore' proprio perché rischia di scomparire a causa della progressiva erosione della vallata. D'altra parte queste caratteristiche uniche hanno fatto di Civita una importante meta turistica, tanto che dal 2013 l'accesso al borgo è diventato a pagamento.

Civita di Bagnoregio
Civita di Bagnoregio

Montefiascone: dista circa 5 chilometri a sud-est dal Lago di Bolsena, sulle pendici sudorientali dei Monti Volsini. È situato a 600 metri sopra il livello del mare ed è di conseguenza il comune più alto della provincia di Viterbo. Il borgo è noto per la produzione di vini DOC. Tra i principali luoghi di interesse c'è la fortezza medievale ‘Rocca dei Papi‘, che nel corso dei secoli è stato il rifugio di diversi pontefici, la Cattedrale di Santa Margherita, realizzata nel XV secolo per volere di Alessandro Farnese (Papa Paolo III) e la chiesa di San Flaviano, dove è custodita la tomba di Johannes Defuk, personaggio cardine della nota leggenda del vino Est! Est!! Est!!! di Montefiascone.

Montefiascone
Montefiascone

Gradoli: si trova su una collina tufacea nella zona nord-occidentale del lago di Bolsena ed è il Comune più piccolo che si affaccia sul bacino. Anche questo centro abitato è terra di produzione di vini DOC, come l'Aleatico di Gradoli. Sul borgo domina il Palazzo Farnese, residenza estiva di Papa Paolo III e della nobile famiglia rinascimentale che ha dato il nome all'edificio. Al suo interno ospita il Museo del Costume Farnesiano. Gradoli è nota anche per la lunga spiaggia (11 chilometri) sulle rive del lago di Bolsena e che fa parte del territorio comunale.

Gradoli
Gradoli

Grotte di Castro: Anche questo piccolo borgo sorge tra i Monti Volsini, a pochi chilometri dal lago di Bolsena. Il nome del Comune deriva da alcune grotte sottostanti, ancora visibili e usate in antichità come rifugio dagli attacchi esterni. Tra i principali luoghi d'interesse da visitare nel borgo ci sono la Basilica di Santa Maria del Suffragio, costruita nel 1625 sulle rovine di una chiesa del VII secolo dedicata a San Giovanni Battista, il Palazzo Comunale, progettato dall'architetto Vignola, il museo archeologico e la Necropoli di Pianezze che conservano importanti reperti del popolo etrusco.

Grotte di Castro
Grotte di Castro

Come arrivare al lago di Bolsena

È possibile raggiungere il lago di Bolsena sia in auto che tramite i mezzi pubblici.

Percorsi in auto: dall'autostrada del Sole (A1), uscita al casello di Orvieto, prosegui la strada Umbro Casentinese per circa km 24. Dall'autostrada del Sole (A1), uscita al casello di Orte, superstrada per Viterbo, poi S.S Cassia direzione Siena. Sulla via Cassia a 112 km sia da Roma che da Siena. Dalla via Aurelia, uscita Montalto di Castro direzione Canino, Valentano. Da Viterbo sulla via Cassia.

In treno: le stazioni più vicine al lago sono quella di Orvieto, di Montefascione-Zepponami e Viterbo.

In autobus: tramite la rete Cotral sia da Roma (partenza stazione Saxa Rubra con cambio a Viterbo), sia da Orvieto (partenza da Piazza Cahen e Piazzale FFSS Orvieto Scalo).

638 CONDIVISIONI
Cosa significa che il Lazio raggiungerà l'immunità di gregge l'8 agosto (come annuncia la Regione)
Cosa significa che il Lazio raggiungerà l'immunità di gregge l'8 agosto (come annuncia la Regione)
Santa Marinella capitale dello street food, dal 5 all'8 agosto arrivano i ristoranti 'on the road' - EVENTO ANNULLATO
Santa Marinella capitale dello street food, dal 5 all'8 agosto arrivano i ristoranti 'on the road' - EVENTO ANNULLATO
Supplì Day, torna l'evento dedicato al fritto simbolo di Roma
Supplì Day, torna l'evento dedicato al fritto simbolo di Roma
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni