Salgono a 64 i contagi di coronavirus tra i dipendenti dell'azienda Bartolini della sede logistica di Guidonia Montecelio, alle porte di Roma. A renderlo noto la Asl Roma 5, nel bollettino odierno sugli aggiornamenti dell'emergenza da Covid-19 diramato nel pomeriggio dalla Regione Lazio. A fronte del forte incremento dei contagi, il sindaco Michel Barbet ne ha decretato la chiusura. La notizia del cluster nella sede di Guidonia è stata resa nota ieri e l'Unità di Crisi anti-Covid aveva già annunciato c'era da aspettarsi un aumento dei contagi nelle ore successive, attivata l'indagine epidemiologica, isolati e sottoposti tutti i lavoratori a tampone. Non si tratta del primo focolaio in un magazzino Bartolini: a giugno scorso oltre sessanta dipendenti della sede di Bologna sono risultati positivi.

Chiuso lo stabilimento Bartolini di Guidonia

Il provvedimento di chiusura dello stabilimento Bartolini di Guidonia è arrivato in serata, ad annunciarlo il sindaco Michel Barbet: "In seguito all'aumento dei casi positivi al Covid-19 presso i dipendenti del Corriere Bartolini, arrivati al momento a 64, come comunicato dalla Asl Roma 5, ho deciso che era necessario emettere un’ordinanza di chiusura della struttura. Si tratta di un provvedimento volto a tutelare la salute di tutti i lavoratori e delle loro famiglie. Durante il periodo di chiusura si procederà con le operazioni di sanificazione dello stabilimento".

Nel Lazio oggi 543 nuovi contagi, 232 a Roma e 5 morti

Nel Lazio sono stati 543 i contagi su oltre 15mila tamponi registrati nelle ultime 24 ore, di cui 232 a Roma città e cinque morti. Nella Capitale si registra un aumento dei casi, 31 rispetto ai 201 segnalati ieri. "Confermo che i prossimi giorni saranno particolarmente difficili e dobbiamo mantenere il rigore nei comportamenti" questo il commento sui dati di oggi dell'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato. Nel Lazio i casi al momento positivi sono in tutto 11063, tra questi, 937 sono ricoverati presso le strutture sanitarie e 85 necessitano della terapia intensiva. I guariti sono in totale 9350.