204 CONDIVISIONI
Coronavirus
13 Ottobre 2020
14:38

Focolaio di coronavirus nella sede di Bartolini a Guidonia: 16 casi accertati

Sono sedici i casi di coronavirus confermati nella sede di Bartolini a Guidonia Montecelio e oltre quaranta le persone in isolamento. Della mappatura dei contagi del focolaio di Covid-19 nella sede del corriere espresso si sta occupando l’Asl Roma 5: non è escluso che il numero dei positivi cresca nelle prossime ore con l’arrivo dei risultati dei tamponi.
A cura di Redazione Roma
204 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Un focolaio di coronavirus è stato riscontrato nel magazzino dell'azienda della logistica Bartolini, una delle più grandi società di corriere espresso a livello nazionale, di Guidonia Montecelio. Per ora si registrano sedici casi positivi e oltre quaranta persone sono state poste in isolamento. “Oggi ci aspettiamo un aumento dei casi e dei tamponi effettuati nelle ultime 24h. Si registra un focolaio presso la sede del corriere Bartolini a Guidonia dove si registrano sedici casi di positività con link alla sede del corriere e quaranta posti in isolamento domiciliare. È in corso l’indagine epidemiologica da parte della Asl Roma 5”, si legge in una nota dell'unità di crisi Covid-19 della Regione Lazio. Quello della logistica è stato uno dei settori più esposti al contagio negli scorsi mesi, non solo il settore delle consegne non si è fermato durante il lockdown ma ha implementato il suo volume di lavoro durante il lockdown.

Coronavirus: non è il primo focolaio in un magazzino Bartolini

Lo scorso giugno il magazzino di Bologno di Bartolini è stato al centro di un focolaio con oltre sessanta dipendenti positivi e relativi denunce da parte dei lavoratori sul mancato rispetto delle norme anti contagio. "Le regole, in magazzino, non venivano rispettate in modo sistematico. Abbiamo notato che, qualche volta, le persone non usavano la mascherina e non rispettavano la distanza di sicurezza di un metro. Non è che non venisse usata la mascherina in generale, ma veniva usata in modo saltuario, quindi non in modo corretto”, così descriveva le condizioni di lavoro all'interno del magazzino un dirigente dell'Ausl di Bologna.

204 CONDIVISIONI
27003 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni